Da Schrödinger ai dinosauri passando per la Luna
loading

Dallo studio di un cratere lunare sarebbe possibile risalire alla storia di un cratere terrestre, lo stesso che viene visto come resto dell'impatto legato all'estinzione dei dinosauri


Fonte Phys.org


Guardare la Luna come specchio della Terra. Sono nettamente diversi, come corpi celesti, è vero, ma la storia li accomuna e ad accomunarli c'è anche un altro aspetto. Il cratere Schrödinger posto sulla Luna sembra del tutto uguale al cratere Chicxulub che si trova sulla Terra, solo che il cratere lunare è totalmente esposto mentre il nostro è sepolto sotto centinaia di metri di depositi.  Per studiare il nostro, però, secondo uno studio di David Kring della Universities Space Research Association, basta studiare il cratere lunare. Si ritiene che questo possa essersi formato da un impatto in grado di far riemergere rocce dalle zone profonde della crosta lunare, sollevando una torre di detriti che poi, con la gravità, si è ripiegata su sé stessa a formare una protuberanza centrale prima di collassare in una catena montuosa e una serie di anelli. Stesso processo può aver creato il molto simile Chicxulub, che viene peraltro associato, data l'età stimata in 66 milioni di anni, all'estinzione dei dinosauri. Se l'asteroide che ha determinato l'estinzione dei dinosauri 66 milioni di anni fa non fosse cduto a Chicxulub ma in un altro posto del globo, probabilmente le conseguenze non sarebbero state così catastrofiche (Scientific Reports, Novembre 2017). Il team che ha condotto lo studio ha analizzato la composizione del sottosuolo nella zona di impatto scoprendo una densità di idrocarburi molto maggiore rispetto alla media del pianeta ed è proprio questa caratteristica che ha portato a una forte emissione in atmosfera e al conseguente raffreddamento della stessa, rivelatosi poi letale per molte specie.      Proprio per questo, Schrödinger sarà una delle mete favorite per prossime missioni lunari, anche in base al fatto che dovrebbe aver intaccato lo strato medio-basso della crosta lunare il che può consentire di testare l'ipotesi dell'oceano di magma lunare e comprendere la fase che ha visto il passaggio da massa fusa a corpo roccioso e, nel caso, differenziato. {{pescidinosauri}}