Onde di Rossby anche sul Sole?
loading

Per un breve periodo, SDO e STEREO hanno consentito una visione congiunta a 360° del Sole, mostrando fenomeni molto simili alle onde di Rossby della Terra


Fonte Phys.org


Riprese del Sole di STEREO e SDO, 2 febbraio 2011 Le onde di Rossby sono onde a larga scala che, sulla Terra, influenzano i flussi meteorologici locali. Uno studio guidato dalla Yale University e pubblicato su Nature Astronomy sostiene che onde simili siano presenti sul Sole, il che è anche plausibile visto che le onde sono movimenti associati a fluidi (aria e acqua sulla Terra) e che il Sole è interamente fluido. Il problema di rintracciare queste attività risiede nella necessità di osservazioni tridimensionali del corpo celeste, ottenibili osservandolo da ogni angolazione. Sulla Terra, dato il numero di satelliti, questo è facile ma il Sole viene osservato esclusivamente dal nostro punto di vista. O quasi.  Dal 2011 al 2014, infatti, le sonde SDO e STEREO hanno fornito l'opportunità di osservare il Sole da tre distinti punti di vista: SDO si trova tra noi e il Sole mentre le STEREO si trovavano in punti diversi, consentendo una osservazione a 360° della nostra stella.  Ci si è concentrati su punti brillanti presenti sulla corona solare, utilizzati come boe per studiare il moto più profondo del plasma stellare. Combinando i dati in un apposito diagramma, chiamato Hovmoller, gli scienziati hanno evidenziato bande di attività magnetica propagarsi lentamente sulla superficie solare, proprio come un'onda di Rossby sulla Terra.  La scoperta, se confermata, sarebbe molto importante perché si tratta di un fenomeno globale in grado di influenzare macchie solari, campo magnetico, origine del ciclo di undici anni che segue il Sole. Tutto questo potrebbe essere legato a queste onde e proprio questa scoperta potrebbe rendere più semplice prevedere lo space weather, l'attività solare. {{rossbysole}}