Cosa crea le blue stragglers
loading

Uno studio pubblicato su The Astrophysical Journal e basato sulle osservazioni di Hubble Space Telescope fa luce sul processo che fa ringiovanire alcune stelle più vecchie.


Fonte Phys.org


Stelle vecchie che sembrano giovani per colore e luminosità: troppo blu per essere antiche, tanto da meritare il nome di Blue Stragglers, vagabonde blu. Una delle spiegazioni più plausibili vede una stella anziana cedere materiale a una compagna più piccola: la compagna, con l'aggiunta degli strati esterni, diviene caldissima e azzurra mentre la stella anziana collassa in nana bianca.  Per testare la teoria, Natalie Gosnell dell'University of Texas ha utilizzato Hubble Space Telescope al fine di studiare le blue stragglers, ben 21, presenti nell'ammasso aperto NGC 188, scoprendo che sette di queste stelle sono accompagnate da una nana bianca rintracciata nell'ultravioletto.  Delle restanti, altre sette mostrano segni di trasferimento di massa in corso, giungendo quindi a 14 stelle su 21 in linea con quanto predetto.  Le osservazioni portano a una maggior confidenza nel processo che renderebbe il 25% delle stelle evolute più giovane di quanto previsto, chiudendo una delle domande aperte ad oggi in astrofisica.  L'articolo è pubblicato su The Astrophysical Journal. Gli ammassi aperti sono i laboratori ideali per questo tipo di studio: una sola generazione stellare, una sola età per tutte le stelle con evidente indicazione del fatto che alcune (circa il 25%) sembrano, invece, più giovani di quanto non dovrebbero secondo i modelli di invecchiamento.  Sembrano quindi scartate, almeno in larga parte, le teorie che vedono collisioni di stelle in ammassi e la fusione di due stelle di un sistema triplo.  In un sistema binario, la stella più grande evolve con maggior rapidità e diventa una gigante rossa, talmente grande e poco densa che gli strati più esterni di gas sono trattenuti a stento dalla gravità stellare, tanto da poter essere ceduti alla stella compagna generando il trasferimento di massa. La gigante rossa viene quindi ridotta all'osso, al suo nucleo, divenendo nana bianca. La compagna è ora più pesante e calda, una blue straggler appunto.  {{bsngc2173}}