Aurore polari da ascoltare
loading

E' vero, le aurore polari si accompagnano a suoni generati dal campo magnetico a soli 70 metri di altezza e non alle altezze in cui si generano le luci


Fonte Phys.org


Aurore polari riprese dalla Expedition 52 Un video che di certo non passerà alla storia per bellezza, ma è utile.  Ciò che si sente è il crepitio delle Luci del Nord ottenute dai ricercatori. Da sempre i racconti popolari parlano di suoni ascoltati in concomitanza delle aurore polari ma gli scienziati non hanno mai dato peso: le luci si formano ad altezze tra 80 e 150 chilometri e da lì i suoni non possono arrivare a Terra. Sarà, quindi, suggestione.  Unto K. Laine ha voluto indagare sul fenomeno a fine millennio scorso e in un decennio ha raccolto diverse registrazioni: nel 2011 ha utilizzato tre microfoni in posti diversi e un misuratore di campo magnetico per localizzare l'origine dei suoni a soli 70 metri di altezza. Nel 2016, lo stesso Laine ha presentato l'ipotesi di inversione alla conferenza internazionale dedicata all'acustica: la proposta vede i suoni generarsi quando la tempesta magnetica causa uno strato di inversione nella temperatura a circa 75 metri. Nuovi calcoli sembrano avvalorare il modello. {{aurorepulsanti}}