L'onda multimessenger non aggiunge ulteriori dimensioni all'universo
loading

Nel caso di un universo a più di quattro dimensioni, l'onda multimessenger avrebbe dovuto manifestare inconsistenze che invece non sono state registrate


Fonte Limits on the number of spacetime dimensions from GW170817 - Journal of Cosmology and Astroparticle Physics (Kris Pardo et al)


A Settembre 2018 sembra arrivare la risposta, in termini di dati, alla ricerca di dimensioni ulteriori evidenziabili dal passaggio dell'onda gravitazionale multimessenger. La risposta è negativa e toglie pedine a favore delle teorie alternative alla Relatività generale. Teorie che non hanno bisogno di materia e energia oscure ma che al tempo stesso si appellano a ulteriori dimensioni anch'esse ipotetiche. Se le dimensioni esistessero, però, genererebbero delle inconsistenze gravitazionali e queste anomalie sarebbero evidenziate da un'onda gravitazionale più debole di quella registrata, che invece viene ben spiegata dalla Relatività. Per adesso, quindi, l'universo resta a quattro dimensioni.