Dentro gli ammassi aperti
loading

Un nuovo algoritmo statistico consente di far ordine nella confusa radiazione proveniente dalle polveri che circondano le zone di formazione stellare, ottenendo informazioni sulle stelle nascenti.


Fonte Unraveling the Spectral Energy Distributions of Clustered YSOs. - arXiv (Rafael Martinez et al.)


A sinistra, una risoluzione più dettagliata della stessa zona osservata a destra. La radiazione infrarossa che riesce a fuggire dalle regioni dense di formazione stellare è una radiazione difficilmente osservabile al fine di determinare massa, età, attività di accrescimento e altre proprietà delle singole stelle che stanno nascendo: le nubi di polvere oscurano la radiazione e quella che riesce a filtrare è una somma confusa della radiazione di più stelle. Astronomi del CfA (agosto 2018) hanno tuttavia elaborato un algoritmo in grado di aggirare il problema: tramite un approccio statistico si è riusciti a determinare il contributo di ciascuna stella a onde molto più corte, riuscendo a giungere a stime riguardanti i parametri stellari e di ambiente finora confusi. Nell'immagine in alto, ad esempio, si nota la notevole definizione dell'immagine a sinistra rispetto alla radiazione totale osservabile alle maggiori lunghezze d'onda della parte destra.