NGC 6109, un getto a ciambella
loading

Osservazioni del VLA evidenziano come la forma del controgetto di NGC 6109 sia del tutto atipica: una "ciambella" dovuta probabilmente a un fenomeno di precessione legato all'interazione con il mezzo


Fonte Extreme jet bending on kiloparsec scales : the 'doughnut' in NGC 6109 - arXiv (Josie Rawes et al.)


DIstante circa 400 milioni di anni luce, la radiogalassia NGC 6109 ha evidenziato già dagli anni Ottanta dello scorso secolo un getto molto esteso (800 mila anni luce) e visibile in banda radio. Poco dopo, a questo getto è stato accompagnato un controgetto più piccolo. Osservazioni ottenute a Agosto 2018 tramite il Karl Jansky VLA hanno evidenziato, per il controgetto, una atipica forma a ciambella accompagnata da una campo magnetico molto complesso e da una totale assenza di controparti infrarosse, ottiche o X.  La causa di questa forma potrebbe stare nell'interazione con il mezzo circostante, interazione che potrebbe essere dovuta a un fenomeno di precessione del controgetto stesso.