Jet stream gioviani: una spiegazione
loading

Campo magnetico di Giove e assenza di strutture superficiali per spiegare le proprietà dei jet stream che segnano l'atmosfera del gigante gassoso


Fonte Magnetic Suppression of Zonal Flows on a Beta Plane - The Astrophysical Journal (Navid C. Constantinou et al. )


I dati della sonda Juno indicano che i jet stream che soffiano su Giove generando le bande colorate scendono in profondità per circa 3 mila chilometri prima di essere soppressi dalla magnetizzazione del pianeta. Flussi simili, sulla Terra, vanno a modellare il clima soprattutto a medie latitudini come quelle Australiane e Nord Americane, fungendo da barriera che rende più complesso lo scambio di proprietà tra correnti atmosferiche. Sulla Terra i getti sono ondulati e irregolari mentre su Giove si presentano decisamente dritti visto che mancano continenti e montagne in grado di ostruirne il percorso.