Dalle condriti le prove di reazioni chimiche primordiali
loading

I composti organici rinvenuti in meteoriti di tipo condrite carbonacea possono senz'altro derivare da reazioni chimiche avvenute nel primissimo Sistema Solare. Reazioni di base che possono quindi esse


Fonte Insights into the origin of carbonaceous chondrite organics from their triple oxygen isotope composition - PNAS (Romain Tartèse el al.)


La nascita della vita sulla Terra può essere legata a doppio filo all'origine del materiale organico incastonato in meteoriti risalenti a 4.5 miliardi di anni fa. Uno studio di Agosto 2018 conferma l'idea per la quale i materiali organici nelle condriti si siano formati attraverso reazioni chimiche avvenute durante le prime fasi del Sistema Solare. La convinzione viene dall'analisi isotopica dell'ossigeno rinvenuto in queste meteoriti, che parla di carbonio, idrogen, ossigeno, azoto e zolfo. Se queste reazioni chimiche appartengono a processi chimici di base, allora composti organici potrebbero esistere ovunque nel Sistema Solare e in altri sistemi planetari.  Condriti ricche di materiali organici sono particolarmente rare e oggi rappresentano una piccola percentuale di tutte le meteoriti raccolte e proprio dall'analisi di questi oggetti è stato possibile misurare e interpretare la composizione isotopica dell'ossigeno. Si tratta della prima analisi ad alta precisione di questi isotopi dell'ossigeno e il fatto di poter contare su tre tipologie di isotopi stabili può fornire informazioni cruciali per fissare paletti più stringenti sulle origini del materiale organico. I pattern osservati sono simili a quanto rinvenuto nella composizione del Sole, degli asteroidi e dei pianeti rocciosi il che implica una formazione delle condriti da ricondurre a reazioni chimiche avvenute nel Sistema Solare appena formato.