Da Gaia la possibilità di studiare la massa stellare
loading

La precisione nei calcoli riguardanti il movimento stellare raggiunta nella release di Gaia consente di prevedere con enorme dettaglio i prossimi passaggi prospetticamente ravvicinati tra stelle, otti


Fonte Ongoing Astrometric Microlensing Events of Two Nearby Stars - Astronomy & Astrophysics (Jonas Klüter, Ulrich Bastian et al.)


La precisione raggiunta in termini di posizione e movimento delle stelle grazie ai dati del satellite Gaia ha consentito di migliorare notevolmente le previsioni su possibili passaggi prospettivamente ravvicinati tra astri, fenomeni fondamentali per iniziare a determinare la massa della stella più vicina grazie all'effetto di gravitational lensing applicato alla luce della stella più lontana. Sono così stati previsti passaggi ravvicinati tra stelle per i prossimi cinquanta anni e due eventi si verificano già in estate 2018: il 7 luglio, con la stella Luyten 143-23, e l'8 agosto, quando sarà la stella Ross 322 a fare da lente a stelle di fondo.