M32, il resto di una sorella gigante della Via Lattea
loading

Dall'analisi di uno stream stellare che avvolge tutta la Galassia di Andromeda, le prove che M31 due miliardi di anni fa ha sperimentato una collisione gigante con un ex-membro del gruppo locale


Fonte The Andromeda galaxy’s most important merger about 2 billion years ago as M32’s likely progenitor - Nature Astronomy ( Richard D’Souza  ed Eric F. Bell)


L'idea che da una collisione gigante tra galassie a spirale possa nascere una galassia ellittica è, in realtà, una idea in crisi già da anni. La prova si trova proprio davanti ai nostri occhi, ed è ottenibile ragionando su uno stream di stelle che circonda la Galassia di Andromeda (M31) e che tramite un flusso stellare molto debole va a finire nei pressi di M32, galassia molto compatta e da sempre al centro del dibattito cosmologico per le sue peculiarità. Mettendo tutto a fattor comune, uno studio del 2018 è riuscito a ricostruire una storia che parla di una collisione gigante avvenuta due miliardi di anni fa tra M31 e una spirale gigante chiamata M32p, la seconda galassia più grande del Gruppo Locale dell'epoca e oggi presente come "nocciolo duro" in M32. Non solo collisioni e cannibalizzazioni di galassie minori, quindi, ma un vero e proprio fuoco d'artificio che potrebbe anche spiegare l'aumento di formazione stellare in M31 risalente proprio a due miliardi di anni fa, nonché il disco più spesso di M31. E mettere in crisi, ancora una volta, i modelli di fusione galattica con conseguente formazione di giganti ellittiche.