Nettuno da Terra, meglio di Hubble
loading

Un nuovo meccanismo di ottica adattiva consente di eliminare la turbolenza atmosferica in maniera quasi totale, raggiungendo risultati finora impensabili nella ripresa ottica dal suolo terrestre


Fonte - - ESO (ESO)


Grazie a una nuova ottica adattiva chiamata Tomografia Laser applicata al Very Large Telescope (VLT) di ESO è stato possibile ottenere immagini stupefacenti del pianeta Nettuno e di oggetti di profondo cielo come ammassi stellari: gli effetti della turbolenza atmosferica sono quasi del tutto eliminati e le immagini appaiono addirittura più nitide di quelle ottenute dallo spazio da Hubble Space Telescope. La nuova modalità, rispetto a quella sfruttata da MUSE e dal sistema GALACSI, consente di eliminare gli sbalzi atmosferici sopra il telescopio fino ad altezze decisamente superiori al chilometro ma per un campo meno ampio rispetto a quello finora spazzato. Simili risultati consentono di raggiungere la risoluzione teorica anche da Terra e anche nello spettro visibile. Nettuno ripreso in ottica adattiva. Credit ESO