Il fronte di Abell 3376
loading

Osservazioni in banda X della galassia in fusione Abell 3376 mostrano diversi fronti a diverse velocità e consentono di stimare il passaggio dei nuclei a 600 milioni di anni fa


Fonte X-ray study of the double radio relic Abell 3376 with Suzaku - arXiv (I. Urdampilleta et al.)


Abell 3376, dati in banda X Abell 3376 è un ammasso galattico in fusione che mostra due forme ad arco sorgenti in banda radio. Le emissioni radio sono diffuse ed allungate di origine sincrotronica e offrono uno spunto ottimale per lo studio dell'accelerazione e della ri-accelerazione nei fronti d'urto visto che di oggetti simili, ad oggi, non se ne conoscono molti. A giugno 2018 sono state portate avanti osservazioni in banda X tramite il satellite Suzaku di NASA/JAXA, unite ai dati catturati in passato da XMM-Newton e Chandra. Il fronte d'urto della fusione è confermato essere molto più forte in direzione ovest, con un fronte più debole a est e un fronte freddo nelle altre direzioni. La velocità dei fronti è stata calcolata in 1639ì0 e 1450 km/s rispettivamente. Il fronte freddo si trova a 490 mila anni luce dall'emissione X e delimita una nube di gas caldo che si muove a 1300 km/s. Stando alle velocità, il tempo intercorso dal passaggio dei nuclei si attesta a 600 milioni di anni fa, in accordo alle simulazioni portate avanti fino a oggi.