Il diametro delle stelle di neutroni
loading

Un nuovo studio basato su metodi statistici riesce a limitare di molto la forchetta di errore che da quaranta anni accompagna il diametro massimo raggiungibile da una stella di neutroni


Fonte New Constraints on Radii and Tidal Deformabilities of Neutron Stars from GW170817 - Physical Review Letters (Elias R. Most et al)


Diametro della stella di neutroni Il diametro massimo di una stella di neutroni è sempre stato un parametro importante al quale è stato attribuito, tuttavia, un valore in un range troppo ampio, tra gli 8 e i 16 chilometri. A metà 2018 un nuovo approccio statistico supportato dalle misurazione della prima onda gravitazionale multimessenger(GW170817) ha portato il range di errore a soli 1.5 chilometri. Al centro del lavoro è l'equazione di stato che descrive la materia all'interno della stella di neutroni, equazione tanto sconosciuta da indurre verso altre strade: metodi statistici per determinare la dimensione delle stelle di neutroni all'interno di limiti molto stretti. Sono stati più di due miliardi i modelli teorici di stelle di neutroni ottenuti risolvendo le equazioni di Einstin e i dati sono stati confrontati con quanto ottenuto dall'onda gravitazionale. La nuova dimensione della stella di neutroni si trova tra 12 e 13.5 chilometri, in attesa di nuove onde in grado di affinare ancora di più la misurazione. Non è così semplice, tuttavia: le stelle di neutroni possono presentare transizioni di fase interne a causa della densità elevatissima, che potrebbe trasformare la materia ordinaria in materia di quark facendo ottenere una stella di neutroni con la stessa massa ma molto più compatta. Queste "stelle gemelle" sono risultate in realtà statisticamente molto rare (in realtà non si sa neanche se esistano davvero) e non molto deformabili durante una fusione di due stelle di questo tipo.