Trovata la materia barionica mancante
loading

Come predetto dai modelli, i barioni finora sfuggenti si trovano lungo i filamenti che collegano le galassie. La prova viene dall'osservazione prolungata di un quasar da parte di XMM-Newton


Fonte Observations of the missing baryons in the warm–hot intergalactic medium - Nature (F. Nicastro, J. Kaastra et al.)


Attraverso l'osservazione insistita di un quasar distante da parte di XMM-Newton è stato possibile rivelare la presenza di materia barionica che, secondo i calcoli, dovrebbe esistere e che finora era segnata come "mancante". I barioni mancanti all'appello sono circa il 40% di quelli che i modelli ci indicano come esistenti e sempre secondo i modelli dovrebbero essere ammassati nei filamenti di gas che raccordano le galassie tra di loro. Il quasar osservato tra il 2015 e il 2017 per un totale di tre settimane si chiama 1ES 1553+113 e ha rivelato, dato il lungo tempo di esposizione, righe spettrali debolissime finora mai osservate e rincoducibili a barioni presenti nel mezzo intergalattico caldissimo. Quantità e posizione coincidono con le predizioni, quindi uno dei misteri della cosmologia di oggi sembra risolto