Via Lattea: una fusione grande e cinque piccole
loading

I dati di Gaia mostrano i resti di antiche fusioni che hanno forgiato la Via Lattea: tra queste, una risulta molto importante e almeno cinque sono gli eventi minori


Fonte One Large Blob and Many Streams Frosting the nearby Stellar Halo in Gaia DR2 - The Astrophysical Journal (Helmer Koppelman et al.)


L'analisi stellare ottenuta dai dati di Gaia I dati di Gaia, in grado di mappare con assoluta precisione la posizione e il movimento di milioni di stelle, hanno consentito di scoprire nell'alone galattico i resti di fusioni sperimentate dalla Via Lattea. Sono cinque i raggruppamenti anomali di stelle derivanti dalla fusione con galassie minori, ai quali si aggiunge una enorme bolla di centinaia di stelle come fossile di una fusione maggiore. Si tratta di informazioni importanti per la comprensione dell'evoluzione della nostra Galassia. Lo studio, pubblicato a metà 2018, si è basato sul movimento di 6000 stelle di alone. A dare maggior forza alla origine "aliena" della bolla maggiore è il movimento retrogrado rispetto al movimento del disco, quindi ad oggi si può dire con certezza che la nostra Galassia sia stata modellata da un evento di fusione maggiore e almeno cinque minori. I dati di Gaia hanno aggiunto più di cento stelle anche allo stream di Helmi, un gruppo di stelle scoperto nel 1999 che contava meno di venti componenti fino al rilascio dei dati.