Dai quark al raggio massimo di una stella di neutroni
loading

Ipotizzando il nucleo di una stella di neutroni composto di quark, un team di astronomi ha dedotto la relazione tra raggio e massa di questi resti stellari


Fonte Gravitational-Wave Constraints on the Neutron-Star-Matter Equation of State - Physical Review Letters (Eemeli Annala et al)


Il nucleo delle stelle di neutroni potrebbe essere composto da materia di quark, uno stato molto denso dato da particelle subatomiche note come quarks. Si tratta di una fase della materia che sulla Terra può essere raggiunta per brevi istanti al CERN ma il comportamento generale dei quark non è ben compreso e la presenza all'interno del nucleo delle stelle di neutroni potrebbe aiutare a definirne alcuni limiti.  I dati di partenza sono quelli gravitazionali captati da LIGO sotto forma di onda gravitazionale derivante dalla fusione di due stelle di neutroni, onda dalla quale è possibile estrarre la deformabilità mareale di un oggetto. Partendo da questo dato si è giunti alla derivazoine di una famiglia di equazioni di stato per i quark della stella di neutroni, riducendo in maniera drastica la quantità di equazioni necessarie a descrivere lo stato della materia e stringendo i limiti alle proprietà della stessa. una volta definita meglio la materia del nucleo si è passati a deduzioni sulle proprietà del resto della stella di neutroni ottenendo una relazione tra raggio e massa e scoprendo come il raggio massimo di una stella di neutroni 1.4 volte più massiccia del Sole è compreso tra 10 e 14 chilometri.