AGN, gas e anomalie
loading

Osservazioni su cinque AGN vicine mostrano movimenti del gas inattesi, tra rotazioni inverse rispetto al moto stellare e flussi a un solo lobo.


Fonte Outflows in the narrow-line region of bright Seyfert galaxies - Monthly Notices of the Royal Astronomical Society (I C Freitas et al)


Una chiara evidenza dei processi di feedback è stata ottenuta in spettro ottico tramite gli atomi ionizzati osservati dal telescopio da otto metri Gemini e da un nuovo potente strumento su di esso montato. Studiando cinque galassie vicine, nella prima metà del 2018, è stato possibile scoprire come in ciascuno dei casi il gas fosse composto da due componenti principali, una in rotazione e una in flusso di uscita. Ci sono però differenze: in una galassia il gas ruota in senso opposto alle stelle, in un altro caso soltanto un lobo del flusso in uscita è visibile. Tutte queste "anomalie" necessiteranno di una spiegazione teorica.