EDGES: una spiegazione per i valori di temperatura
loading

Una piccola parte di materia oscura nell'universo primordiale potrebbe essere stata in grado di trasportare carica elettrica: questo potrebbe spiegare i dati di EDGES sulle prime stelle dell'universo


Fonte A small amount of mini-charged dark matter could cool the baryons in the early Universe - Nature (Julian B. Muñoz et al. )


Cosa potrebbe spiegare la differenza di temperatura riscontrata? A Maggio 2018 viene avanzata l'ipotesi di una interazione tra idrogeno e materia oscura. Nel momento in cui la radiazione cosmica di fondo è stata assorbita, gli elettroni liberi associati alla materia ordinaria potrebbero essersi mossi alla più bassa velocità possibile, in quel range in cui lo scattering è più efficiente. In una condizioni simile, ogni interazione tra materia barionica e materia oscura sarebbe stata più forte laddove le particelle di materia oscura fossero state cariche elettricamente. L'interazione avrebbe causato il raffreddamento dell'idrogeno a causa della bassa temperatura della materia oscura. La materia oscura dovrebbe quindi essere in grado di trasportare energia elettrica in misura pari a un milionesimo di quanto non faccia un elettrone, qualcosa che ad oggi è impossibile osservare. Questo dovrebbe valere soltanto per una piccola parte di materia oscura visto che se gran parte di essa fosse carica allora le particelle sarebbero state deflesse dalle regioni prossime al disco galattico. La materia oscura potrebbe aver agito come elettroni e protoni nell'universo primordiale, che si sono uniti a formare atomi neutri tranne una piccola parte rimasta carica. In base a questo i risultati di EDGES potrebbero aver misurato queste poche particelle oscure rimaste libere e cariche.