Il buco nero più ingordo
loading

Scoperto a 12 miliardi di anni luce di distanza un quasar alimentato da un buco nero voracissimo di 20 miliardi di masse solari: divora una massa solare ogni due giorni.


Fonte Discovery of the most ultra-luminous QSO using Gaia, SkyMapper and WISE - Publications of the Astronomical Society of Australia (Christian Wolf, Fuyan Bian, et al)


Il quasar più attivo è quello legato al buco nero più vorace scoperto a metà 2018: ogni due giorni il buco nero che alimenta l'oggetto divora una massa solare. Il quasar si trova a 12 miliardi di anni luce di distanza e la massa del buco nero si attesta sui 20 miliardi di masse solari, con una crescita dell'1% ogni milione di anni. L'attrito che il gas in caduta incontra fa brillare l'oggetto con un tasso migliaia di volte superiore a quello di una singola galassia e posto al centro della Via Lattea si tratterebbe di un oggetto dieci volte più luminoso della Luna Piena che probabilmente renderebbe impossibile vivere sulla Terra a causa dell'emissione X.  I dati sono quelli di Gaia e di Wise. A parte i dati, quel che non si riesce a capire è come simili masse possano essere presenti in un universo ancora molto giovane.