Una nube insterstellare in tre dimensioni
loading

Abituati a vederle sempre in due dimensioni, le nubi molecolari svelano la loro forma tridimensionale grazie a vibrazioni di un "aggeggio scuro", la nube molecolare Musca


Fonte Magnetic seismology of interstellar gas clouds: Unveiling a hidden dimension - Science (Aris Tritsis e Konstantinos Tassis)


In genere le nubi molecolari sono sempre pensate in due dimensioni poiché è così che siamo abituati a vederle ma uno studio sulla Dark Doodad (aggeggio scuro) e in particolare sulle sue striature ha consentito di risalire alle onde magnetosoniche che ne sono causa e che fanno vibrare la nube come il rimbombo di una campana. L'analisi delle frequenze di queste onde ha consentito di ottenere un modello strutturale della nube Musca evidenziandone una forma tridimensionale complessa. La nube si estende per 27 anni luce, è profonda 20 anni luce e ha una larghezza inferiore all'anno luce. I dati sono stati raccolti da Herschel.