La stella che non doveva esistere è una nana
loading

Nel 2011 fece scalpore una stella di piccola massa con una abbondanza di metalli estremamente ridotta, una stella che non era prevista dai modelli. I dati di GAIA consentono di classificarla come nana


Fonte Gaia confirms that SDSS J102915+172927 is a dwarf star - arXiv (P. Bonifacio, E. Caffau et al.)


Nel 2011 venne scoperta una stella di 13 miliardi di anni di età nella costellazione del Leone. A scoprirla fu Elisabetta Caffau dell'Osservatorio di Parigi e la stella, formalmente SDSS J102915+172927, venne chiamata Stella di Caffau. La sua caratteristica sorprendente era che, a fronte di una massa di 0.8 masse solari, la quantità di metalli era 20 mila volte inferiore a quella del Sole, una stella che secondo i modelli non poteva esistere. La natura è sempre stata dibattuta tra una nana distante 4.400 anni luce e una subgigante distante 20.200 anni luce. Nel 2018 l'elevatissima precisione dei dati forniti da GAIA su quasi due miliardi di stelle ha consentito di misurare la parallasse più precisa di sempre per la stella, rivelando la distanza dell'oggetto e consentendo di ottenere misure precise di massa e luminosità. La distanza è di 1.37 kpc, decisamente in linea con la natura di stella nana. La massa è confermata su 0.734 masse solari. L'oggetto dei misteri, quindi, è una nana.