Da meteorite lunare la prova di antica acqua subsuperficiale
loading

Un meteorite lunare caduto sulla Terra 17 mila anni fa e studiatoda un team di astronomi giapponesi a inizio 2018 rivela l'antica presenza di acqua sul nostro satellite. La spia è data dalla moganite.


Fonte Discovery of moganite in a lunar meteorite as a trace of H 2 O ice in the Moon's regolith - Science Advances (Masahiro Kayama et al.)


Meteorite lunare NWA 2727. Credit SASAMI-GEO-SCIENCE Un meteorite lunare studiato da un team di astronomi giapponesi a inizio 2018 rivela l'antica presenza di acqua sul nostro satellite. Il meteorite è NWA 2727, spazzato nello spazio tramite un impatto, e il frammento ha evidenziato tracce di un minerale che si forma esclusivamente in presenza di acqua, la moganite. Il meteorite fu rinvenuto in Nord Africa dopo esserci caduto circa 17 mila anni fa e il confronto con altri materiali superficiali ha confermato l'origine lunare. Scartata l'ipotesi della contaminazione terrestre, a produrre il minerale sulla Luna potrebbe essere stato l'apporto da parte di comete o altri oggetti contenenti acqua. Parte dell'acqua è evaporata mentra altra parte è penetrata nel suolo lunare. Un ulteriore impatto avrebbe poi creato il cratere dal quale NWA 2727 avrebbe preso la via per la Terra. Se questo è vero, acqua potrebbe ancora esistere sotto la superficie lunare. Storia della precipitazione di moganite sulla Luna. Credit SASAMI-GEO-SCIENCE