Marte, un clima primordiale non così umido?
loading

Una nuova teoria per il clima primordiale di Marte sembra negare la presenza di una glaciazione estesa ma anche di una umidità in linea con la Terra attuale.


Fonte The geological and climatological case for a warmer and wetter early Mars - Nature Geoscience (Ramses M. Ramirez et al)


Uno studio di inizio 2018 mette in dubbio il clima primordiale di Marte, già in bilico tra un clima caldo e umido e uno glaciale, ponendosi a metà strada. Il nuovo contributo ipotizza una superficie non dominata da acqua ma moderatamente calda con qualche zona ghiacciata e - saltuariamente - possibilità di pioggia. L'attività vulcanica su un pianeta relativamente poco ghiacciato potrebbe spiegare le strutture fluviali di Marte: le eruzioni rilasciano CO2, H2 e CH4 e potrebbero aver favorito l'innalzamento dell'effetto serra il quale, a sua volta, potrebbe aver favorito riscaldamento, precipitazioni e il fluire di acqua in grado di scavare le strutture che vediamo oggi. Questo clima però non sarebbe stato simile a quello terrestre, con un tasso di precipitazioni di circa 10 centimetri all'anno, al massimo, del tutto simile alle zone semi-aride terrestri.