Materia oscura e buchi neri primordiali, una possibilità
loading

Le simulazioni mostrano come la presenza di materia oscura, composta in tal caso da buchi neri primordiali, sarebbe evidenziata negli aloni galattici da una distribuzione stellare del tutto peculiare.


Fonte Primordial black holes as dark matter: constraints from compact ultra-faint dwarfs - Monthly Notices of the Royal Astronomical Society (Qirong Zhu et al.)


Sempre dalle galassie nane potrebbero venire segnali di materia oscura laddove questa fosse composta da buchi neri primordiali, formatisi quindi dal diretto collasso del gas o da altri processi ancora tutti da dimostrare. Se gli aloni galattici fossero composti di buchi neri di questo tipo genererebbero una distribuzione di stelle di alone differente e questo sarebbe tanto più evidente quanto meno brillante e densa fosse la galassia studiata. Le simulazioni hanno detto che la presenza di questi buchi neri primordiali (con masse necessarie tra le 2 e le 14 masse solari) sarebbe riscontrabile tramite alterazioni nella distribuzione stellare, ma finora nulla è stato mai osservato.