La Via Lattea a raggi gamma e una stella blu particolare
loading

Il nuovo catalogo di HESS rivela la presenza di sedici nuove sorgenti gamma altamente energetiche, una delle quali dovrebbe essere rappresentata da una stella blu superluminosa chiamata LBV1806-20


Fonte H.E.S.S. phase-I observations of the plane of the Milky Way - Astronomy & Astrophysics (Thierry Forveille, Sergio Campana and Steve Shore)


Galassia a raggi gamma, rappresentazione delle sorgenti La Galassia è stata osservata per 15 anni nello spettro gamma dallo High Energy Stereoscopic System (HESS) catalogando, nel 2018, settanta sorgenti altamente energetiche comprese 16 di nuova scoperta. Queste sorgenti atipiche sono state trovate verso un ammasso di stelle che accoglie una delle stelle maggiormente massicce ed energetiche della Via lattea, la stella blu variabile LBV1806-20. Oltre a questo astro è presente anche una magnetar molto rara, ma si sospetta che la sorgente gamma sia da legare maggiormente alla stella blu e questo legame sarebbe il primo scoperto alla data del catalogo visto che le emissioni gamma altamente energetiche provengono in genere da pulsar e restsi di supernova. La risposta definitiva verrà forse da strumenti ancora più sensibili come il Cherenkov Telescope Array in costruzione in Cile. Il catalogo, intanto, contiene anche l'immagine più dettagliata di una sorgente gamma, un resto di supernova vicino, che consentirà lo studio a scale sempre più piccole. Metà delle sorgenti resta ancora senza una origine certa.