Ventidue nuove variabili cataclismiche in 47 Tucanae
loading

Osservazioni di Chandra e di Hubble Space Telescope riescono a rivelare la presenza di ventidue nuove variabili cataclismiche all'interno dell'ammasso globulare 47 Tucanae, ma è ancora troppo poco


Fonte New cataclysmic variables and other exotic binaries in the globular cluster 47 Tucanae - Monthly Notices of the Royal Astronomical Society (L E Rivera Sandoval et al.)


  Variabili cataclismiche in 47 Tucanae. Credit Chandra.   I modelli evolutivi degli ammassi globulari ci dicono che, dopo circa dieci miliardi di anni, un ammasso con un milione di stelle dovrebbe essere in possesso di circa duecento stelle variabili cataclismiche (nane bianche che acquisiscono massa in un sistema binario). I numeri osservativi ci dicono che sono molte meno ma è anche vero che osservare simili oggetti in ambienti densi come gli ammassi globulari è arduo. Proprio per questa difficoltà è stato un gran colpo scoprire ventidue oggetti di questo tipo nell'ammasso globulare 47 Tucanae grazie alle osservazioni di Chandra X-Ray e di Hubble Space Telescope, un passo avanti che ha portato il numero totale a 43, ad oggi il campione più ampio mai osservato.  Si presume che il numero maggiore di variabili cataclismiche possa risiedere nei centri degli ammassi, laddove la densità è ancora maggiore e dove incontri ravvicinati tra le stelle possono innescare processi eruttivi. 47 Tucanae non è un ammasso che ha sperimentato un collasso centrale il che potrebbe spiegare la mancanza di variabili di rilevante luminosità.