Un sistema con almeno una nana bruna, forse due
loading

Tramite microlente gravitazionale emerge un sistema planetario o un sistema binario di nane brune: due modelli sembrano accordarsi al meglio alle osservazioni ma la natura resta ambigua.


Fonte MOA-2015-BLG-337: A Planetary System with a Low-mass Brown Dwarf/Planetary Boundary Host, or a Brown Dwarf Binary - arXiv (S. Miyazaki, T. Sumi, D. P. Bennett et al.)


Il segnale di microlente dal sistema binario. Credit OGLE.   Difficile stabilire il confine tra nana bruna e gigante gassoso, anche quando si è di fronte a coppie di oggetti come MOA-2015-BLG-337L, osservato dalla survey OGLE e composto da due nane brune o da un gigante gassoso in orbita intorno a una nana bruna. Entrambi i modelli spiegano al meglio i dati orbitali ottenuti dalle osservazioni, basate sull'effetto di microlente gravitazionale, molto sensibile agli oggetti di piccola massa e alle stelle deboli.  Secondo uno scenario potremmo essere di fronte a una nana bruna con massa tra 6.3 e 29.3 masse gioviane orbitata da un pianeta con massa tra 21.6 e 100.7 masse terrestri a una distanza di 0.25 UA. Il secondo modello vede due nane brune, la prima con massa tra 64 e 78 masse gioviane e la seconda tra 11.4 e 18.3 masse gioviane, con separazione di 3.3 UA.