Lampi stellari legati a tubi magnetici
loading

Osservazioni di Chandra nella Nebulosa di Orione trovano una spiegazione a potenti brillamenti stellari: tubi magnetici che legano la stella alla parte interna dei dischi protoplanetari


Fonte X-Ray Flare Oscillations Track Plasma Sloshing along Star-disk Magnetic Tubes in the Orion Star-forming Region - The Astrophyiscal Journal (Fabio Reale, Javier Lopez-Santiago, Ettore Flaccomio, Antoni


Nella Nebulosa di Orione le stelle fanno registrare spesso dei brillamenti di notevole dimensione e questi sembrano essere legati all'ambiente esterno alle stelle, e in particolare alla presenza di tubi magnetici che collegano la stella al proprio disco protoplanetario facendo giungere materiale dalla parte più interna del disco alla superficie stellare. Nelle stelle più potenti i brillamenti sono notevolmente più potenti di quelli solari, sia per energia sia per durata che può raggiungere un tempo di più giorni per ogni flare. Osservazioni di Chandra hanno mostrato come alcuni di questi flare presentino oscillazioni in banda X con periodi di qualche ora e i modelli realizzati per spiegare il fenomeno riconducono le oscillazioni al plasma che viaggia veloce lungo i tubi magnetici.