Dal calcio indizi sulle differenze tra pianeti
loading

Uno studio basato sull'analisi degli isotopi del calcio rinvenuti in diverse meteoriti spiega come la differente composizione chimica tra i pianeti può essere legata al periodo in cui i pianeti stessi


Fonte Isotopic evolution of the protoplanetary disk and the building blocks of Earth and the Moon - Nature (Martin Schiller et al.)


Sistema Solare, rappresentazione La composizione estremamente diversa tra i pianeti del Sistema Solare potrebbe essere spiegata con una nuova teoria che parte dal momento della differenziazione, ovvero dal momento in cui - nonostante una nascita come nuclei rocciosi - i pianeti hanno iniziato a prendere strade diverse.  I pianeti crescono tutti allo stesso tasso ma hanno smesso di crescere in diverse epoche: i pianeti più piccoli hanno smesso di crescere prima di quanto non abbiano invece fatto i pianeti maggiori. Durante questo tempo il materiale ha continuato ad aggiungersi al disco protoplanetario, il quale ha quindi acquisito materiale nuovo ma anche diverso: i pianeti che ancora stavano crescendo hanno acquisito anche questo nuovo materiale mentre gli altri ne sono rimasti privi. La teoria deriva dall'analisi di isotopi del calcio rinvenuti in diverse meteoriti di Marte e di Vesta. Gli isotopi del calcio sono collegati alla formazione delle rocce e offrono indizi sulle loro origini: il tasso isotopico nei campioni sono collegati alla massa dei corpi di origine il che può essere una approssimazione per la timeline di accrescimento.