Dall'incremento di vapore acqueo "speranze" per una tempesta globale
loading

I dati riguardanti le tempeste locali di Marte mostrano un innalzamento della quantità di vapore acqueo in media atmosfera, spesso correlata al verificarsi di tempeste globali. Si attende una tempesta


Fonte Hydrogen escape from Mars enhanced by deep convection in dust storms - Nature Astronomy (Nicholas G. Heavens et al.)


Le tempeste globali di Marte sono una delle particolari attrazioni del pianeta rosso e con il numero crescente di sonde presenti in orbita sarebbe facile oggi poter avere un numero di informazioni molto alto, se soltanto se ne presentasse una. Proprio le tempeste globali sembrano giocare un ruolo importante nella fuga di atmosfera dal pianeta e sono legate a un incremento di vapore acqueo in media atmosfera (tra 50 e 100 chilometri di altitudine), trasportato in alto dalla stessa massa d'aria che trasporta la polvere.  Decenni di osservazioni hanno portato a tracciare un trend che vede tempeste locali multiple durante le stagioni primaverili e estive nell'emisfero nord ma nessuna di queste ha portato a espansioni globali. Espansioni si sono verificate invece nel 1977, nel 1982, nel 1994, nel 2001 e nel 2007 e ci sono previsioni per la prossima estate e per il 2019. Ad avallare la possibilità c'è un incremento a media altitudine dei livelli di vapore acqueo durante le tempeste locali.