Un comportamento anomalo per l'afterglow dell'evento del secolo
loading

Un aftterglow molto più intenso e duraturo per la coppia di stelle di neutroni che ha dato il via alla multimessenger astronomy: la spiegazione forse in un guscio di materiale acceso dai getti dell'ev


Fonte Brightening X-Ray Emission from GW170817/GRB 170817A: Further Evidence for an Outflow - The Astrophysical Journal (John J. Ruan et al. McGill University )


  Afterglow della fusione   Lo studio dell'afterglow della fusione delle stelle di neutroni è stato inosservabile in molte bande dello spettro elettromagnetico a causa della vicinanza al Sole ma le osservazioni radio hanno evidenziato una emissione molto più brillante e duratura di quanto ipotizzato e di quanto osservato finora, tanto da indurre gli scienziati a ricercare una spiegazione consistente in uno scenario molto più complesso del previsto.  Generalmente si osserva un GRB breve, con getti brillanti per un determinato periodo prima di una caduta derivante dalla perdita di energia. Una spiegazione può risiedere nell'ambiente esterno: i getti possono aver scaldato resti gassosi posti esternamente a creare un guscio intorno ai getti, guscio in grado di emettere per molti mesi in banda X e radio. Una volta che l'oggetto è uscito dalla congiunzione eliaca, in effetti, Chandra ha riscontrato un incremento di luminosità in banda energetica.