Il lato extragalattico della Via Lattea
loading

Undici nuovi stream stellari in ingresso sono stati evidenziati dalla Dark Energy Survey: i bordi galattici sono ricchi di segni di antiche fusioni con galassie minori.


Fonte Il lato extragalattico della Via Lattea - Astronomiacal Meeting (Dark Energy Survey)


Sono undici i nuovi stream stellari scoperti nei dati della Dark Energy Survey in corso al Cerro Tololo Inter-American bservatory (CTIO) e questi stream vanno a incrementare il numero di stelle, oggi nella Via Lattea, provenienti da altre galassie. Nel momento in cui piccole galassie sono venute a trovarsi nei pressi della nostra, la gravità della Via Lattea ha acquisito le incaute galassie e ha iniziato ad acquisirne stelle un po' alla volta sotto forma di flussi. Molte di queste interazioni, si pensa, hanno contribuito all'alone della Via Lattea. Gli stream sono evidenti in una animazione composta con i dati della Dark Energy Survey, survey che nasce finalizzata allo studio della natura dell'energia oscura ma che si presta a molte altre scoperte, proprio come quelle relative ai flussi stellari. Il catalogo di DES, rilasciato lo stesso giorno dell'annuncio, comprende 400 milioni di stelle e galassie, circa due volte il numero di oggetti catalogato dalla SDSS del decennio precedente. Gli oggetti compresi arrivano a essere 40 milioni di volte più deboli rispetto a quanto l'occhio umano possa vedere, in una zona pari a un ottavo del cielo.