Marte, le meteoriti parlano di un periodo umido durato pochissimo
loading

Misurazioni di isotopi di xenon nelle meteoriti marziane indicano un frazionamento terminato in pochissimo tempo, il che può dimostrare come il periodo "umido" del pianeta rosso possa esser stato davv


Fonte Meteorites reveal story of Martian climate - Earth and Planetary Science Letters (Lawrence Livermore National Laboratory)


Canyon marziani. Credit Lawrence Livermore National Laboratory Le cause della perdita di atmosfera da parte di Marte potrebbe essere scritta in libri che conosciamo bene come le meteoriti marziane ALH 84001 e NWA 7034. I nuovi dati riguardano in particolare il gas xenon (Xe) e indicano come l'atmosfera iniziale di Marte era abbastanza pregna di idrogeno atmosferico da aver determinato la frammentazione di Xe, rimuovendo in maniera selettiva gli isotopi più leggeri attraverso il processo di fuga idrodinamica.  Il processo dovrebbe aver trovato il proprio culmine poche centinaia di milioni di anni dopo la formazione, quindi più di 4 miliardi di anni fa.  Sulla Terra il frazionamento isotopico di xenon è stato molto graduale ed è durato per una enorme porzione della storia planetaria, a indicare che le dinamiche atmosferiche sui due pianeti hanno preso da subito strade diverse. I dati portano a ritenere che l'acqua liquida su Marte potrebbe non essere stata abbondante se non nelle primissime fasi, per poi lasciar spazio a un clima freddo e secco per la stragrande durata della storia marziana.