Il moto stellare che non ti aspetti
loading

Uno studio dell'Instituto de Andalucia mostra risultati sorprendenti nel legame tra orbite stellari interne alle galassie e massa stellare presente: il moto caotico domina nelle galassie a maggior con


Fonte The stellar orbit distribution in present-day galaxies inferred from the CALIFA survey - Nature Astronomy (Ling Zhu et al.)


Credit: Instituto de Astrofisica de Andalucia Il movimento delle stelle all'interno di una galassia può dire molto riguardo la storia evolutiva della galassia stessa e proprio su questo assunto, confrontando le diverse orbite (alcune ben precise, altre caotiche), i ricercatori hanno determinato per la prima volta la distribuzione orbitale in più di trecento galassie dell'universo locale. Le stelle più tranquille dal punto di vista posizionale avranno una orbita più circolare mentre stelle con moti random indicano un ambiente turbolento fatto di fusioni galattiche. Il moto di ciascuna singola stella, tuttavia, non è osservabile a distanze elevate e così vengono utilizzate tecniche particolari per tracciare mappe cinematiche di ciascuna galassia. Mappe orbitali interne alle galassie. Credit: CALIFA Sono stati poi costruiti modelli alla ricerca di quello più calzante per le varie orbite e la distribuzione orbitale indica la quantità di stelle appartenenti a ciascuna categoria orbitale. Le mappe mostrano cambiamenti nella distribuzione legati alla massa totale delle stelle presenti nelle varie galassie. Le stelle più ordinate si trovano prevalentemente in galassie con massa stellare superiore ai 10 miliardi di masse solari mentre le stelle più randomiche prevalgono, sorprendentemente, nelle galassie con massa stellare superiore a 100 miliardi di masse solari.