Occultazione lunare di Saturno del 2 febbraio 2019
loading
In questa pagina:

Occultazione lunare di Saturno del 2 febbraio 2019

La mattina del 2 febbraio la Luna passa prospetticamente davanti al pianeta Saturno. Un evento senz'altro suggestivo ma molto difficile da osservare vista l'altezza dei due oggetti, molto limitata. Un evento che di recente si verifica spesso.

Il fenomeno osservativo

Non sarà un evento celeste che vi terrà con il fiato sospeso e l'osservazione sarà decisamente complicata dall'altezza ridotta e dalle luci crepuscolari molto forti. Attenzione all'uso del telescopio vicino al Sole

Diciamo fin da subito che non sarà facile, anzi. 
La mattina del 2 febbraio 2019, il pianeta Saturno (magnitudine 0.6) sarà occultato dalla Luna, in fase calante e ridotta a una sottile falce. L'evento avviene in pieno crepuscolo mattutino, con il Sole ancora sotto l'orizzonte ma pronto a spuntare appena poco prima o poco dopo (dipende dalla zona) del termine dell'occultazione , rendendo il tutto molto più difficile. 
I due corpi celesti saranno decisamente bassi all'orizzonte est.

Occultazione di Saturno, qualche istante prima. Crediti PERSEUS
Occultazione di Saturno, qualche istante prima. Crediti PERSEUS

Orari

Tanto per avere una idea, l'inizio dell'occultazione per il baricentro d'Italia, Roma, si avrà alle ore 06.26 mentre il termine si avrà alle ore 07.35 con la Luna che passerà da 5° a 15° di altezza. 
Per Milano gli orari sono 6.29 e 7.33, con un Sole ancora dietro l'orizzonte anche al termine dell'evento ma una altezza lunare ancora minore (2° e 10° rispettivamente). 
Catanzaro vedrà l'evento dalle 6.25 alle 7.39 con una Luna più alta (da 10° a 20°) ma un Sole che spunta prima (6° a fine evento). 
Saturno sparirà dietro il lembo illuminato della Luna per spuntare dopo poco più di un'ora dal lato non baciato dal Sole. Per avere la posizione precisa in base alla vostra zona di osservazione è sufficiente aprire la pagina delle effemeridi della Luna e verificare, per gli orari mattutini, gli orari dei crepuscoli solari e l'altezza del nostro satellite.

Cosa si vedrà?

Come accennato, nonostante da mesi si parli del 2 febbraio come di una data da segnare in virtù di uno spettacolo celeste, si tratta in realtà di una osservazione al limite che richiederà un orizzonte orientale privo di qualsiasi ostacolo, casa o albero che sia, e che avverrà con il cielo comunque decisamente già chiaro. Chi ha intenzione di tentare l'osservazione tramite binocolo o telescopio dovrà prestare la massima attenzione dal momento che il Sole sarà molto vicino alla coppia Saturno-Luna e in circostanze simili si rischia seriamente di perdere la vista se, puntando male lo strumento, questo andasse ad amplificare proprio la luce della nostra stella

Ultimo aggiornamento del: 28/01/2019 20:59:42