L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

IL CIELO DEL MESE

Istruzioni e selezione del mese

SScegli una data, per un giorno preciso oppure per tutto un mese e clicca su Calcola.

COME SI LEGGONO I GRAFICI? La posizione del Sole, sopra o sotto l'orizzonte, è evidenziata in bianco (giorno) o nero (notte), con zone di grigio di diversa intensità a evidenziare i crepuscoli civile, nautico e militare.  Se il pianeta è sopra l'orizzonte viene disegnata una striscia rossa di varia intensità: quella rossa accesa indica il pianeta sopra l'orizzonte durante la notte astronomica. Strisce rosse più deboli indicano il pianeta sopra l'orizzonte durante i crepuscoli e durante il giorno. Algoritmi elaborato da AstronomiAmo in base al testo "Astronomical Algorithm" di J. Meeus.

Crediti e Copyright

I dati forniti sono calcolati per il comune di Roma

Se vuoi ottenere i dati per il tuo comune, accedi al portale con il tuo login o, se non sei ancora registrato, registrati subito e poi accedi.

Mese: Anno: Calcola

Costellazioni del periodo

La sfera celeste e il deep-sky

Luglio è un cielo dichiaratamente estivo, dominato dal punto di vista stellare dalle costellazioni tipiche d'estate con il Triangolo Estivo a spiccare e da una Via Lattea che abbraccia tutto il cielo da Sagittario a lambire Cassiopea. Andiamo a vedere allora quali saranno le costellazioni più visibili del mese, concentrandoci sulla metà di Giugno intorno alla mezzanotte.

Orizzonte Nord

Orizzonte nord a luglio, ore 23Iniziamo come sempre dal lato nord del cielo, dove sono presenti le costellazioni circumpolari, quelle che in rotazione più o meno stretta intorno alla Stella Polare non tramontano né sorgono mai, cambiando soltanto posizione durante l'anno e durante la notte. In questo periodo dell'anno la prima serata vede una Orsa Maggiore scendere sul lato di nord ovest mentre sul versante di nord est salgono le costellazioni di Cefeo, alla stessa altezza dell'Orsa, e Cassiopea, ancora un po' bassa in prima serata.

La parte "anteriore" del mestolo che compone l'asterismo principale dell'Orsa, che in questo periodo appare sottosopra, è dato dalle stelle Merak e Dubhe, chiamate anche "puntatori" della Polare. Unendo con un segmento immaginario le due stelle e spostandosi di circa cinque volte verso destra si giunge alla stella Polare, ad una altezza pari alla latitudine del luogo di osservazione.

Cefeo, parzialmente lambita dalla Via Lattea, è famosa per ospitare una delle stelle più importanti del cielo dal punto di vista cosmologico, la stella Delta Cep capostipite delle Cefeidi (stelle che consentono di misurare le distanze cosmologiche). La stella è visibile nell'immagine in alto a destra. 

Le costellazioni del periodo

Cielo di luglio, ore 23. Il cambio di stagione del 21 giugno scorso non sgombra improvvisamente il cielo dalle costellazioni primaverili, ovviamente, che continuano a essere più o meno presenti sul versante di Sud-Ovest e Ovest. Il Leone già in prima serata è comunque molto basso a ovest e sarà seguito dalla costellazione della Vergine e della Chioma di Berenice dei rispettivi e omonimo ammassi galattici

Più in alto nel cielo transita la stella più brillante dell'emisfero boreale, la arancione Arturo facente parte della costellazione del Bifolco  o Contadino, quella che mitologicamente tiene a bada i "buoi" rappresentati dall'Orsa Maggiore

Per trovare la costellazione del Contadino basta cercare Arturo: partendo dall'Orsa Maggiore: se si uniscono le tre stelle che formano il "manico del mestolo" e se ne prolunga la curva si giunge senza problemi ad indicare la stella. Proprio di fianco al Bifolco è presente la deliziosa costellazione della Corona Boreale della stella Gemma: la Corona è rappresentata in cielo da un vero e proprio semicerchio di stelle, delle quali la centrale è data proprio dalla stella Gemma: mai nome fu più indovinato per la stella al centro di una corona.

Rho OphiuchiLe costellazioni zodiacali del periodo sono decisamente basse ma anche molto brillanti: si parte dalla Bilancia delle stelle Zuben el Genubi e Zuben el Shamali, che un tempo facevano parte della costellazione dello Scorpione della quale rappresentavano le chele. Proprio poco più a est della Bilancia è quindi logico trovare la costellazione dello Scorpione e della sua brillantissima stella Antares. Più in alto la sottovalutata zona dell'Ofiuco - la tredicesima costellazione zodiacale - e della Testa del Serpente. Tra Antares e la costellazione dell'Ofiuco, in particolare, è presente una zona bellissima di cielo, piena di polveri e di stelle potenti in grado di accenderle. La nebulosità principale si trova nei pressi della stella Rho Ophiuchi ed è mostrata nell'immagine a sinistra. 

Nebulose Laguna e Trifida-AstronomiamoPiù a Est dello Scorpione è presente la costellazione del Sagittario, che presenta al suo centro il centro della nostra Galassia e quindi abbonda di nebulose e di ammassi stellari di rilievo. Bellissima è la coppia visibile in uno strumento a campo aperto rappresentata dalle nebulose Laguna e Trifida, note come M8 e M20 nel Catalogo di Messier. Proprio con l'andare delle ore la Via Lattea andrà salendo passando nelle costellazioni estive, soprattutto del Cigno che sorge a est e prende quota insieme alle altre costellazioni del periodo come Lira e Aquila

La Via Lattea estiva da Campo Felice, Abruzzo

 

Proprio queste tre costellazioni "contengono" le stelle che formano il Triangolo Estivo: Deneb, Vega e Altair rispettivamente nel Cigno, nella Lira e nell'Aquila. Dentro e appena al di fuori del Triangolo Estivo, costellazioni più piccole ma molto riconoscibili come il Delfino e la Freccia. Tra gli oggetti principali, iniziando dalla Lira, è possibile puntare i telescopi su una delle nebulose planetarie più visibili e note del  cielo, l'oggetto M57

Sole e notte astronomica

Il primo giorno del mese il Sole sorge alle ore 05:39 (+02:00) e tramonta alle ore 20:49 (+02:00) culminando alle ore 13:14 (+02:00). A fine mese, invece, il Sole sorge alle ore 06:03 (+02:00) e tramonta alle ore 20:29 (+02:00) culminando alle ore 13:16 (+02:00).

Il crepuscolo astronomico mattutino passa dalle ore 03:28 (+02:00) di inizio mese alle ore 04:08 (+02:00) di fine mese, con crepuscolo serale che invece si sposta dalle 22:59 (+02:00) di inizio mese alle ore 22:24 (+02:00) di fine mese. La durata delle ore di luce, da crepuscolo astronomico serale (Sole a -18°) a crepuscolo astronomico mattutino (stessa altezza) passa da 4:29 a 5:44

Per quanto riguarda lo spostamento, il Sole passa dalla costellazione Gemelli a quella di Cancro il giorno 20 del mese.

A inizio mese il Sole si troverà a una distanza di 1,0167 U.A. da noi mostrando un diametro apparente di 1887,81599 arcosecondi, mentre a fine mese il valore è di 1,015 U.A. con un diametro apparente di 1890,91265 arcosecondi.

Diagramma della notte astronomica