L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Il Sole adesso

Per informazioni su Space Weather e Scale, clicca qui. Le immagini real time vengono aggiornate ogni 30 secondi

Il K-index, e di conseguenza il Planetary K-index, sono due valori utilizzati per caratterizzare la magnitudine delle tempeste geomagnetiche. Si tratta di un indicatore eccellente per i disturbi nel campo magnetico della Terra e viene utilizzato dallo Space Weather Prediction Center (SWPC) per decidere se e quando diramare allarmi e warning (in fondo alla pagina) rivolti agli utilizzatori che possono essere messi a rischio dalle tempeste stesse. Tra questi utilizzatori ci sono i fornitori di energia elettrica, gli addetti alle operazioni spaziali, gli utenti di segnali radio e gli osservatori di aurore.

Grafco: Planetary K Index (k<4 verde, k=4 giallo, k>4 rosso)

Fonte SWPC

Vento Solare

Ciclo solare

Previsioni NOAA a 3 giorni

K-Index - previsione al 19/11/2017 12:30:00
Fascia oraria 19/11/2017 20/11/2017 21/11/2017
00-03 T.U. 1 4 4
03-06 T.U. 2 4 4
06-09 T.U. 3 3 3
09-12 T.U. 1 3 3
12-15 T.U. 3 3 3
15-18 T.U. 3 3 3
18-21 T.U. 3 4 3
21-00 T.U. 4 4 4
Radiazione solare - previsione
19/11/2017 20/11/2017 21/11/2017
S1 o maggiore 1 % 1 % 1 %
Blackout Radio - previsione
19/11/2017 20/11/2017 21/11/2017
R1 o R2 1 % 1 % 1 %
R3 o maggiore 1 % 1 % 1 %

ALERT e WARNING DEL GIORNO

  • Codice: ALTEF3
  • Serial Number: 2708
  • Rilascio: 19/11/2017 13:16:00 UTC
  • Tipo di allarme: CONTINUED ALERT
  • Livello: 3

Allarme originario: 2707 - Orario di inizio; 17/11/2017 11:50:00 - Eccesso nel livello energetico degli elettroni (Massimo flusso a 2MeV di ieri: 2356 pfu)

I satelliti possono andare incontro a significative esposizioni e sovraccarichi.

Il Sole di SOHO

SOHO è il Solar and Heliospheric Observatory, un progetto nato dalla collaborazione di ESA e NASA finalizzato allo studio del Sole dal nucleo fino alla corona e al vento solare.
Lanciato il 2 dicembre 1995, l'Osservatorio è stato costruito in Europa da un team guidato dal Prime Contractor Matra Marconi Space (oggi EADS Astrium) sotto il controllo di ESA. Si compone di dodici strumenti.
Le antenne sono in dialogo con il Deep Space Network della NASA e la missione è sotto il controllo del Goddard Space Flight Center, in Maryland.

LASCO è il Large Angle Spectrometric Coronograph e riesce a ottenere immagini della corola solare bloccando la luce diretta del Sole tramite un disco di occultazione, creando una eclisse artificiale continua. La posizione del Sole è indicata dal cerchio bianco al centro delle immagini LASCO.
Le immagini LASCO C2 mostrano la corona interna fino a 8.4 milioni di chilometri dal Sole. Le immagini LASCO C3 mostrano un campo più ampio, pari a 32 diametri solari (45 milioni di chilometri).
L'eventuale presenza di bande scure sull'immagine sono dovute a errori di comunicazione tra SOHO e Terra.

ETI e l'Extreme Ultraviolet Imaging Telescope e immortala l'atmosfera solare a diverse lunghezze d'onda, mostrando quindi materiale a diverse temperature.

  • 304 Angstrom: temperatura da 60 a 80 mila Kelvin;
  • 171 Angstrom: temperatura a 1 milione Kelvin
  • 195 Angstrom: temperatura a 1.5 milioni Kelvin
  • 284 Angstrom: temperatura a 2 milioni Kelvin

MDI è la Michelson Doppler Imager e mostra il continuum vicino alla riga a 6768 Angstrom. Le strutture maggiori sono le macchie solari. La Magnetogram mostra il campo magnetico nella fotosfera, con bianco e nero che indicano le diverse polarità.

EIR 171

EIT 195

EIT 284

EIT 304

MDI Continuum

MDI Magnetogram

LASCO C2

LASCO C3

Le aurore

OVATION (Oval Variation, Assessment, Tracking, Intensity and Online Nowcasting) è un modello empirico di intensità delle aurore, sviluppato al Johns Hopkins University, Applied Physics Lab da Patrick Newell e collaboratori.
Il modello utilizza il vento solare e il campo magnetico interplanetario (IMF) al punto lagrangiano L1 per le previsioni producendo una stima di intensità dell'energia aurorale sulla Terra.
Viene assunta una relazione lineare tra intensità delle aurore e la probabilità di osservarle, una relazione validata dal confronto con i dati ottenuti dalla Ultraviolet Imager a bordo del Polar satellite della NASA.
Durante gli eventi intensi di protoni energetici solari (SPEs), il livello di protoni ad alta energia del vento solare possono essere talmente grandi da contaminare le misurazioni utilizzate per il modello. In queste circostanze, una stima alternativa del vento solare viene sostituita alla primaria, basata sul lavoro di Machol e altri .

Emisfero Nord

Emisfero Sud

Diretta da Tromso - Per gentile cortesia di National Institute of Polar Research

Prossima diretta

Da Zero a Oort p.4

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:06, T: 16:45
Distanza 0.98798 UA


Attività solare real time

Luna
S: 07:38, T: 17:48
Fase: 1% (Cresc.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 56.1°
Tramonta: 04:28Mappa

Nettuno - Alt. 21.8°
Tramonta: 00:44Mappa

Satelliti principali

Accadde Oggi
  • (1972) - lanciato SAS-2 per l'astronomia delle alte energie
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui