L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Il campo magnetico sul ponte delle Nubi

Antenne sulle Nubi di Magellano
 
La Via Lattea ha due satelliti maggiori noti come Grande e Piccola Nube di Magellano. Queste due galassie, maggiori come satelliti ma comunque piccole di dimensione, sono unite da un filamento di 75 mila anni luce noto come Magellanic Bridge. Per la prima volta, gli astronomi della School of Physics hanno scoperto un campo magnetico associato a questo "ponte", finora soltanto presunto ma mai osservato.
Non si tratta di osservazioni dirette ma dell'analisi dei segnali radio che provengono da galassie di background, poste prospetticamente dietro il ponte; segnali che sono stati recepiti dall'Australia Telescope Compact Array. Il campo magnetico legato al ponte altera la polarizzazione dei segnali radio e in base al tipo di cambiamento riusciamo a conoscere le caratteristiche del campo magnetico. Il fenomeno di Rotazione di Faraday consente di misurare la forza e la polarità del campo ruotando il piano di oscillazione o di vibrazione del segnale radio. 
Il campo è risultato un milionesimo di quello terrestre ma ancora non si riesce a capirne la genesi: potrebbe essere generato dal ponte stesso oppure potrebbe essere stato increspato dalle galassie durante la formazione della struttura, risultando quindi un campo fossile. 
 

La nuova galassia nel Magellanic Stram
La nuova galassia nel Magellanic Stram
 
Una nuova galassia nana è stata scoperta a inizio 2018 nel Magellanic Bridge, un flusso di gas che unisce le due Nubi di Magellano. La nuova scoperta è stata chiamata Hydrus-1, dal nome della costellazione ospitante, ed è stata scoperta da un team della Carnegie Mellon University tramite Dark Energy Camera (DECam). Si tratta di una galassia debole, mediamente ellittica, distante 90 mila anni luce dal Sole e 78 mila dalla Grande Nube di Magellano. La magnitudine è -4.7 e abbraccia un'area di 163 anni luce. La sua natura alternativa è un globulare molto esteso. 
La popolazione stellare presenza molte stelle azzurre di horizontal-branch e due RR Lyrae, con un basso livello di metallicità ma alto contenuto di carbonio. Nell'oggetto sembra dominare la materia oscura.


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
27/02/2018 - Proxima Centauri, il magnetismo che non ti aspetti - La stella madre del pianeta Proxima b è più simile al Sole di quanto ipotizzato finora: non si tratta di somiglianza fisica ma di presenza di un ciclo...
14/03/2018 - L'origine extragalattica di un FRB - Una serie numerosissima di strumenti utilizzata per ottenere il punto di partenza di un Fast Radio Burst osservato, per la prima volta, nel 2012. La s...
08/05/2018 - Onde di Rossby anche sul Sole? - Per un breve periodo, SDO e STEREO hanno consentito una visione congiunta a 360° del Sole, mostrando fenomeni molto simili alle onde di Rossby della T...
09/05/2018 - Corona solare, tra ferro e nanoflares - I dati ottenuti dal Solar Dynamics Observatory evidenziano una variazione nella composizione chimica della corona solare durante il ciclo di attività ...
26/03/2018 - Il buco nero che blocca la formazione stellare - Francesco Tombesi, ricercatore alla NASA e associato INAF, insieme al suo team di astrofisici, è riuscito a dare una spiegazione all'interruzione dell...
23/05/2018 - Ancora su 3C 279, il burst gamma più potente - Un video su gentile concessione di Youtube per rappresentare il burst gamma più potente, proveniente dal blazar 3C 279...
25/04/2018 - Fusioni galattiche e morfologia - Riprendendo un articolo del 2014, una simulazione mostra come le fusioni galattiche non portino essenzialmente a galassie ellittiche. Dipende tutto da...
03/04/2018 - LENTE GRAVITAZIONALE - Uno degli strumenti più potenti per l'osservazione dell'universo primordiale è dato dalle lenti gravitazionali, effetti della Relatività Generale di E...
30/04/2018 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...

Prossima diretta

Occhi al Cielo di Giugno 2018

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Gallery utenti

Partner

Peter Pan Onlus

International Physicist Network

Rigel Astronomia

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui