L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Vita sui pianeti con due stelle da orbitare

Rappresentazione di sistema binario con pianeta
 
Su Nature Communications si "gioca" un po' sull'abitabilità dei pianeti e stavolta finiscono sotto inchiesta i pianeti di taglia terrestre che orbitano intorno a un sistema binario di stelle simili al Sole. Lo studio è della Princeton University in collaborazione con il Max Planck Institute of Meteorology a Amburgo e prende spunto dal sistema Kepler 35, caratterizzato appunto da due stelle simil-solari. In realtà nel sistema è presente un pianeta che di terrestre non ha nulla: otto volte le dimensioni di Giove e puramente gassoso, con orbita di 131.5 giorni terrestri. Per lo studio, però, questo pianeta è stato rimpiazzato da un pianeta di taglia terrestre e interamente coperto di acqua.
Si potrebbe pensare che con due stelle in cielo il pianeta possa godere di troppa luce e troppo calore, ma non c'è nulla di più ambiguo di una fascia abitabile, quindi è ovvio che cambiando le condizioni si possa giungere a un concetto molto ampio di sostenibilità della vita
Messo il pianeta finto nel sistema, si è osservato cosa potrebbe accadere con periodi orbitali compresi tra 341 e 380 giorni terrestri considerando il fatto che non si orbita intorno a una stella ma a un centro di massa comune alle due stelle del sistema e che le orbite planetarie non sono circolari o perfettamente ellittiche, variando in base ai movimenti delle stelle.
Sul lato più distante della fascia di abitabilità il pianeta potrebbe subire molte variazioni in termini di temperatura superficiale: poco vapore acqueo in atmosfera legato al clima rigido di un pianeta distante renderebbe la temperatura media superficiale molto variabile nel corso dell'anno. Nei pressi del perimetro più interno della fascia di abitabilità, invece, il pianeta è più caldo e la quantità di vapore acqueo in atmosfera è maggiore, il che mitiga le escursioni termiche rendendo le temperature più costanti. 
Oltre la fascia di abitabilità il pianeta tenderebbe a divenire una palla di ghiaccio mentre in zone più vicine alle stelle il pianeta andrebbe incontro a un effetto serra inarrestabile, dando vita a una sorta di nuovo Venere. 
Tra questi siti estremi, tuttavia, c'è una fascia in cui le condizioni potrebbero essere favorevoli alla vita. Non solo: due stelle in cielo potrebbero portare anche a meno nuvolosità e cieli più sereni, con la possibilità di vedere doppie albe e doppi tramonti. Romantico, ma già il sorgere di una delle stelle farebbe giorno, quindi la seconda alba sarebbe molto meno spettacolare.
 
 

Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
24/07/2017 - I venti notturni di Venere - L'analisi dei dati di Venus Express, e di VIRTIS in particolare, mostrano un pattern di venti molto più vario nel lato notturno di Venere, lasciando l...
27/07/2017 - Cassini, da Titano alla chimica prebiotica - Il ritrovamento nell'atmosfera di Titano della chimica prebiotica può dire molto sullo sviluppo della vita sul nostro pianeta. Nuovo successo di Cassi...
02/08/2017 - Venere del passato: possibilità di oceano - Le simulazioni portate avanti in Francia evidenziano che anche Venere, in passato, potrebbe aver ospitato un oceano di acqua superficiale, sotto deter...
02/08/2017 - L'esopianeta WASP-121b ha una stratosfera - Il telescopio spaziale Hubble rivela la presenza di una stratosfera a circondare l'esopianeta WASP-121b....
06/08/2017 - Un sistema di nubi equatoriale su Nettuno - Da Giugno a Luglio, osservato su Nettuno un sistema di nubi estremamente grande, duraturo e stranamente a latitudini molto basse. ...
24/07/2017 - Supernovae da record - La supernova Ia più amplificata di sempre da un effetto di lente gravitazionale e una supernova di tipo II a 10 miliardi di anni luce da noi. ...
07/08/2017 - Il target di New Horizons potrebbe essere binario - Una occultazione stellare da parte di 2014 MU69 rivela una forma molto allungata per il KBO che verrà visitato dalla New Horizons, una forma compatibi...
07/08/2017 - Un sistema binario che si sdoppia - La stella che, finora, era creduta un sistema binario indicata con HD 64315 è in realtà un sistema più complesso, composto da almeno due sistemi binar...
16/10/2017 - Un'onda "di luce": fusione di stelle di neutroni - Per la prima volta, una fusione di stelle di neutroni unisce l'astronomia gravitazionale a quella elettromagnetica. Un lampo e un'onda dalla galassia ...
10/10/2017 - Corona solare, tra ferro e nanoflares - I dati ottenuti dal Solar Dynamics Observatory evidenziano una variazione nella composizione chimica della corona solare durante il ciclo di attività ...
09/08/2017 - Quattro pianeti terrestri per tau Ceti - Un team di astronomi rivela la presenza di quattro pianeti terrestri intorno alla stella simil-solare tau Ceti, distante appena 12 anni luce. Due sono...

Prossima diretta

International Physicists Network

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:25, T: 18:25
Distanza 0.99617 UA


Luna
S: 04:42, T: 17:36
Fase: 1% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 56.2°
Tramonta: 07:45Mappa

Nettuno - Alt. 20.5°
Tramonta: 03:56Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1786) - W. Herschel scopre NGC 206 in M31
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui