L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Una supernova superluminosa che spazza metalli

Supernova

Supernova

A pochi giorni dai dati riguardanti la supernova superluminosa DES15E2mlf, ecco un'altra supernova superluminosa che esplode in un ambiente molto simile alla nostra Galassia anziché in un ambiente che, statisticamente, sembrava più accogliente come quello delle piccole galassie nane. L'appartenenza ripetuta di questi eventi alle galassie nane aveva lasciato pensare che la presenza di metalli potesse remare contro ai processi alla base delle supernovae superluminose, ma le recenti scoperte necessitano evidentemente di maggiori approfondimenti. 

Stavolta la supernova in esame è la SN 2017egm, esplosa al termine della vita di una stella in una galassia distante 420 milioni di chilometri da noi ed è proprio questa "vicinanza" che rende l'evento così interessante agli scienziati dello Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics a Cambridge. L'esplosione è stata scoperta il 23 maggio 2017 dal satellite GAIA dell'ESA ed è stata poi seguita tramite il Nordic Optical Telescope

La galassia di appartenenza è ricca di metalli, a indicare la prima prova osservativa diretta di un ambiente simile a contorno di una supernova superluminosa. Non solo: lo studio supporta l'idea che al centro possa essere rimasta una stella di neutroni a rapida rotazione e altamente magnetizzata, una magnetar quindi, in grado di alimentare la quantità di luce generata. Luminosità e proprietà della magnetar sembrano in linea con le altre esplosioni dello stesso tipo, ma la quantità di massa espulsa sembra inferiore rispetto alla media a indicare che la stella potrebbe aver perso più massa durante le fasi precedenti l'esplosione. 

I metalli sembrano quindi gocare un ruolo limitato nella determinazione della luminosità di una supernova, ma resta il fatto che ad oggi si tratta di ambienti statisticamente meno privilegiati per questi oggetti. 

La fonte è Northwestern University

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
06/10/2017 - Una nube di neutroni che si riaccende - Una survey congiunta a diverse lunghezze d'onda riesce a mostrare come una nube di elettroni all'interno dell'ammasso Abell 1033 si sia riaccesa in se...
21/07/2017 - La miglior stima della quantità di gas molecolare - La somma di osservazioni effettuate dai maggiori telescopi per ottenere la stima migliore della quantità di gas molecolare negli ammassi di galassie d...
21/07/2017 - Relazione forte tra buco nero e forma galattica - Uno studio basato sulla forma delle galassie svela una relazione molto forte tra l'apertura dei bracci galattici e la massa del buco nero centrale...
25/07/2017 - Una lente che si fa in quattro - Dai dati della survey Pan-STARRS, per serendipity, esce un candidato a lente gravitazionale quadrupla, uno dei pochi casi finora osservati...
27/07/2017 - L'abbraccio tra Davide e Golia - Hubble Space Telescope immortala l'abbraccio gravitazionale tra la gigante NGC 1512 e la nana NGC 1510, mostrando come eventi simili siano il preludio...
27/07/2017 - Galassie con il contributo esterno - Il materiale che compone le galassie maggiori deriva in larga parte dal contributo fornito dal vento galattico generato dalle esplosioni di supernova ...
31/07/2017 - Quattro quasar in posizione ideale - Uno studio della Iowa University fa luce sul meccanismo che determinò la fine della formazione stellare in galassie giganti: i quasar potrebbero aver ...
08/08/2017 - I buchi neri sarebbero decine di milioni - Uno studio della UCI mostra come nella Galassia possano esistere decine di milioni di buchi neri di grande taglia. Pochi, però, si troverebbero in sis...
24/07/2017 - Supernovae da record - La supernova Ia più amplificata di sempre da un effetto di lente gravitazionale e una supernova di tipo II a 10 miliardi di anni luce da noi. ...
07/08/2017 - Mini-buchi neri che uccidono le stelle di neutroni - Nulla di comprovato, ma la presenza di mini-buchi neri di derivazione primordiale potrebbe spiegare tante cose: dai metalli pesanti alla mancanza di s...
30/07/2017 - Una cometa per il cacciatore di supernovae - La survey dedicata alla scoperta di fenomeni transitori come le supernovae si imbatte nella prima scoperta di una cometa, probabilmente a causa di un ...

Prossima diretta

International Physicists Network

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:25, T: 18:25
Distanza 0.99617 UA


Luna
S: 04:42, T: 17:36
Fase: 1% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 55.9°
Tramonta: 07:45Mappa

Nettuno - Alt. 19.7°
Tramonta: 03:56Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1786) - W. Herschel scopre NGC 206 in M31
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui