L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Un doppio evento di distruzione stellare

Rappresentazione di una distruzione mareale

Rappresentazione di una distruzione mareale

Saranno anche fenomeni rari, ma di recente tengono banco: il Palomar Observatory posto a San Diego, California, ha individuato due eventi di distruzione marale (Tidal Disruption Events - TDE), fenomeni che si verificano quando una stella passa troppo vicina al buco nero supermassiccio present all'interno della galassia ospite, venendo distrutta dalla forza di marea sprigionata da questo ultimo. I detriti  stellari "piovono" sul buco nero e la radiazione viene osservata dalle regioni più interne del disco di accrescimento

Il primo TDE è stato identificato negli anni Novanta come sorgente estemporanea a raggi X morbidi, durante la survey ROSAT. Le scoperte in questione riguardano invece l'intermediate Palomar Transient Factory (iPTF) che utilizza il telescopio da 1.2 metri al Palomar Observatory. 

Gli eventi sono datati 20 maggio e 29 agosto 2016 e sono battezzati iPTF 16axa e iPTF 16fnl, confermati da osservazioni di follow-up operate tramite Swift, telescopio spaziale della NASA. il primo evento è stato osservato 49 giorni dopo la distruzione: una curva di luce priva di evoluzione e con una temperatura costante di 30 mila Kelvin all'interno di una galassia SDSS il cui buco nero si stima in 40 milioni di masse solari. Swift ha confermato il TDE escludendo azioni da parte di AGN. Il secondo evento si è verificato in Markarian 950 a opera di un buco nero meno massiccio, circa 2 milioni di masse solari, con forte emissione ultravioletta e una temperatura di 19 mila Kelvin. Si tratta dell'evento più vicino mai studiato (66.6 Mpc), con il minor tempo di decadimento (15 giorni) e con il picco di luminosità tra i più bassi mai registrati.

La fonte è Phys.org


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
26/03/2018 - Il buco nero che blocca la formazione stellare - Francesco Tombesi, ricercatore alla NASA e associato INAF, insieme al suo team di astrofisici, è riuscito a dare una spiegazione all'interruzione dell...
23/05/2018 - Ancora su 3C 279, il burst gamma più potente - Un video su gentile concessione di Youtube per rappresentare il burst gamma più potente, proveniente dal blazar 3C 279...
19/03/2018 - Follow up di ASASSN-14li - A fine 2014 un buco nero ha divorato una stella: osservazioni successive mostrano i dettagli della dinamica dell'evento distruttivo...
14/03/2018 - L'origine extragalattica di un FRB - Una serie numerosissima di strumenti utilizzata per ottenere il punto di partenza di un Fast Radio Burst osservato, per la prima volta, nel 2012. La s...
10/04/2018 - Terza onda gravitazionale per LIGO - Il 4 gennaio 2017 l'interferometro LIGO scova la terza onda gravitazionale: a determinarla, la fusione di due buchi neri per formarne uno di 49 masse ...
30/04/2018 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...
07/05/2018 - Cosa crea le blue stragglers - Uno studio pubblicato su The Astrophysical Journal e basato sulle osservazioni di Hubble Space Telescope fa luce sul processo che fa ringiovanire alcu...
26/02/2018 - Una stella accesa nel Lupo - Il 23 settembre una "nova" stella si è accesa nel Lupo. Ancora da confermare la natura, ma la stella non è visibile alle nostre latitudini....
27/02/2018 - Proxima Centauri, il magnetismo che non ti aspetti - La stella madre del pianeta Proxima b è più simile al Sole di quanto ipotizzato finora: non si tratta di somiglianza fisica ma di presenza di un ciclo...
27/02/2018 - Sfida tra pulsar veloci - Una pulsar potentissima che emette a raggi X e che in undici anni ha visto il proprio periodo di rotazione accelerare in maniera molto sensibile. Si c...
27/03/2018 - Stella di Tabby, di nuovo in altalena - La curva di luce della stella di Tabby sembra indicare l'inizio di un altro periodo di bassa luminosità. Tutti pronti alle osservazioni sperando di co...
03/04/2018 - Un'onda "di luce": fusione di stelle di neutroni - Per la prima volta, una fusione di stelle di neutroni unisce l'astronomia gravitazionale a quella elettromagnetica. Un lampo e un'onda dalla galassia ...

Prossima diretta

Occhi al Cielo di Giugno 2018

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Gallery utenti

Partner

Peter Pan Onlus

International Physicist Network

Rigel Astronomia

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui