L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Un anello di galassie che sfida Einstein

Rappresentazione di galassie interagenti
 
Un anello di galassie in espansione, come gocce di acqua che vengono sparate via in maniera circolare da un ombrello che viene ruotato. Una sorta di Big Bang in miniatura che si espande in maniera molto rapida e che può essere ricondotto a un inizio risalente a un'epoca in cui l'universo aveva la metà dell'età che ha oggi. 
L'anello abbraccia un'area di 10 milioni di anni e vede le piccole galassie componenti perfettamente allineate in cerchio, talmente perfettamente che c'è una possibilità su 640 che una tale distribuzione sia casuale (a dire il vero non sono pochissime).
Secondo il team di ricerca della School of Physics and Astronomy che ha scoperto l'anello, la galassia di Andromeda in approccio ravvicinato alla nostra potrebbea ver creato una spinta tale da indurre alla formazione dell'anello ma se la Relatività di Einstein è corretta, allora la Via Lattea e Andromeda non si sono mai avvicinate nella misura necessaria, in passato. 
L'onda di tsunami sarebbe stata quindi provocata dall'incontro tra due galassie giganti come la nostra e quella di Andromeda, che orbitano intorno a un centro comune di massa su un piano ben preciso. Questo orbitare avrebbe spazzato via, nel tempo, galassie nane, accelerandole sullo stesso piano. Il paradigma della gravità di Einstein invoca sempre la materia oscura. Una velocità come quella osservata richiede una massa 60 volte maggiore di quella visibile nelle due galassie, ma l'attrito tra i due giganteschi aloni di materia oscura darebbe vita a una fusione delle due galassie e non a un nuovo allontanamento fino a 2.5 milioni di anni luce di distanza.
Sbaglia la gravità di Einstein? Difficile pensarlo, soprattutto se un errore a equazioni che finora hanno sempre trovato riscontro viene basato su una materia, quella oscura, che ancora non si conosce. Soprattutto se l'allineamento delle galassie non è provato al 100%. Soprattutto se i calcoli su un evento passato sono soltanto stimati così come l'evento stesso è soltanto ipotizzato. Potrebbe in effetti essere tutt'altra la causa di questo allineamento.
L'articolo è pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.
 
La fonte è Phys.org

Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
28/06/2017 - Un sistema binario di buchi neri supermassicci - Ci sono voluti dodici anni di osservazione per valutare i minimi spostamenti, ma i due buchi neri supermassicci 0402+379 sono in effetti un sistema bi...
14/07/2017 - Galassie a diversa velocità di rotazione - Uno studio del SISSA mostra come la diversa velocità di rotazione delle galassie a spirale rispetto alle ellittiche sia legata al momento angolare del...
27/07/2017 - L'abbraccio tra Davide e Golia - Hubble Space Telescope immortala l'abbraccio gravitazionale tra la gigante NGC 1512 e la nana NGC 1510, mostrando come eventi simili siano il preludio...
03/07/2017 - Un nuovo componente per il gruppo di M81 - Scoperta una galassia nana sferoidale nel gruppo di M81: potrebbe essere una galassia satellite della galassia nana, già nota, BK5N...
07/07/2017 - Ricostruzione perfetta di una galassia curvata - La lente gravitazionale consente di osservare lontano ma distorce molto gli oggetti: una galassia distante 11 miliardi di anni luce è stata ricostruit...
12/07/2017 - Una reionizzazione iniziata molto presto - L'osservazione di diverse piccole galassie a formazione stellare avvolte in una nebbia di idrogeno neutro, insieme ad altre immerse in gas ionizzato, ...
14/07/2017 - Nuovo superammasso a 4 miliardi di anni luce - A 4 miliardi di anni luce, astronomi scovano un superammasso galattico finora passato inosservato nei Pesci. La rete cosmica si arricchisce di un nuov...
14/07/2017 - Una lente fino a 10 miliardi di anni luce - Un anello di Einstein per scoprire una galassia distante 10 miliardi di anni luce tramite il Telescopio Canarias. ...
17/07/2017 - 158 stelle e relative abbondanze chimiche - Per la prima volta sono state mappate 158 stelle appartenenti a una galassia nana nel Sagittario, in termini di abbondanze chimiche riguardanti sedici...
17/07/2017 - L'equilibrio tra gas in arrivo e stelle in uscita - Simulazioni alla Swinburne University of Technology mostrano come il punto di equilibrio tra la quantità di gas in entrata nelle prime galassie e il t...
18/07/2017 - Antichi impatti che hanno forgiato la Via Lattea - Una serie di asimmetrie osservate nei dati della Sloan Digital Sky Survey consente a un team della University of Kentucky di risalire alle cause che r...
19/07/2017 - Raggi gamma intrappolati nel centro galattico - Osservazioni spaziali di Fermi e terrestri di HESS mostrano un intasamento nel viaggio dei raggi cosmici altamente energetici con un alone gamma nel c...
21/07/2017 - La miglior stima della quantità di gas molecolare - La somma di osservazioni effettuate dai maggiori telescopi per ottenere la stima migliore della quantità di gas molecolare negli ammassi di galassie d...
21/07/2017 - Relazione forte tra buco nero e forma galattica - Uno studio basato sulla forma delle galassie svela una relazione molto forte tra l'apertura dei bracci galattici e la massa del buco nero centrale...
25/07/2017 - Una lente che si fa in quattro - Dai dati della survey Pan-STARRS, per serendipity, esce un candidato a lente gravitazionale quadrupla, uno dei pochi casi finora osservati...
27/07/2017 - Galassie con il contributo esterno - Il materiale che compone le galassie maggiori deriva in larga parte dal contributo fornito dal vento galattico generato dalle esplosioni di supernova ...
31/07/2017 - Quattro quasar in posizione ideale - Uno studio della Iowa University fa luce sul meccanismo che determinò la fine della formazione stellare in galassie giganti: i quasar potrebbero aver ...
31/07/2017 - Una supernova superluminosa che spazza metalli - Non sembra esserci relazione tra la metallicità di una galassia e la possibilità che al suo interno possano aver luogo supernovae superluminose....
08/08/2017 - I buchi neri sarebbero decine di milioni - Uno studio della UCI mostra come nella Galassia possano esistere decine di milioni di buchi neri di grande taglia. Pochi, però, si troverebbero in sis...
05/07/2017 - Stelle iperveloci che vengono da lontano - Uno studio basato su simulazioni, e logica, mostra come le venti stelle iperveloci a oggi note possano avere con molta probabilità origine extragalatt...
06/07/2017 - Cento miliardi di nane brune galattiche - Una stima basata sull'osservazione di ammassi stellari porta un team della University of Lisbon al numero di cento miliardi di nane brune presenti nel...
21/07/2017 - Nuove tracce di formazione stellare galattica - Attraverso lo studio infrarosso di 26 nubi, un team di astronomi riesce a unificare i modelli di formazione stellare: disco e getto vanno di moda anch...
25/07/2017 - Meno pianeti simili a Giove del previsto - Uno studio basato sui dati di OGLE, e quindi sulle microlenti gravitazionali, ridimensiona il numero stimato di esopianeti delle dimensioni di Giove n...
09/08/2017 - Il buco nero strizza l'occhio a Einstein - Ancora conferme per la Relatività Generale: stavolta vengono dall'aderenza del moto della stella S2 rispetto alle previsioni durante l'orbita intorno ...

Prossima diretta

Occhi al Cielo

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:02, T: 19:02
Distanza 1.00245 UA


Luna
S: 12:00, T: 22:16
Fase: 29% (Cresc.)

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1992) - lanciata la Mars Observer (NASA)
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui