L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Radar terrestri osservano orbiter lunari

Orbita osservata di satelliti lunari

Osservare da Terra il passaggio degli orbiter in volo intorno alla Luna? Possibile, e soprattutto fatto! La NASA è riuscita a osservare il passaggio di due orbiter utilizzando le antenne di Goldstone  e Green Bank, e la cosa sensazionale è che uno di questi due satelliti non forniva indicazioni dal lontano 2009. 

Un segnale radio sparato da Goldstone verso la zona nord polare della Luna è rimbalzato sulla piccola superficie dei satelliti per essere catturato nuovamente dalle antenne del Green Bank, consentendo di osservare in maniera netta i due oggetti in volo. Se per il Lunar Reconnaissance Orbiter il lavoro può essere stato più "semplice", visto che ci si dialoga regolarmente e se ne conosce perfettamente l'orbita, per il Chandrayaan-1 la cosa è stata nettamente più complessa visto che il satellite indiano non dialoga dal 2009. La sua orbita, a quel tempo, era polare e così i segnali di Goldstone hanno atteso al varco il passaggio del satellite, che nel frattempo avrebbe potuto anche essersi schiantato al suolo a causa delle anomalie gravitazionali di alcune parti lunari. Il periodo orbitale era al di sotto delle 2 ore e il segnale di Goldstone è rimbalzato proprio due volte in meno di quattro ore, consentendo una stima della nuova orbita del piccolo satellite indiano, le cui dimensioni sono di appena 1.5 metri. 

Si muove ancora 200 chilometri sopra la superficie lunare, sebbene l'orbita sia un po' variata, e dai passaggi catturati è stato possibile risalire ai nuovi parametri orbitali, confermati dai passaggi successivi. 

Orbita del Chandrayaar-1 da Goldstone

Un risultato spettacolare che apre nuove piste per le future missioni lunari, maggiormente controllabili, e per la caccia agli asteroidi potenzialmente pericolosi.

La fonte è Phys.org


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
25/05/2018 - Da Schrödinger ai dinosauri passando per la Luna - Dallo studio di un cratere lunare sarebbe possibile risalire alla storia di un cratere terrestre, lo stesso che viene visto come resto dell'impatto le...
02/03/2018 - L'asteroide di Hayabusa ha un nome - La JAXA ha comunicato il nome scelto per l'asteroide che sarà incontrato da Hayabusa2 a metà 2018: si chiama Ryugu e deriva da antiche storie giappone...
14/03/2018 - Il target di New Horizons potrebbe essere binario - Una occultazione stellare da parte di 2014 MU69 rivela una forma molto allungata per il KBO che verrà visitato dalla New Horizons, una forma compatibi...
30/04/2018 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...
14/03/2018 - L'origine extragalattica di un FRB - Una serie numerosissima di strumenti utilizzata per ottenere il punto di partenza di un Fast Radio Burst osservato, per la prima volta, nel 2012. La s...
30/04/2018 - Il campo magnetico sul ponte delle Nubi - Per la prima volta, tramite analisi dei segnali radio di galassie di background, un team di astronomi è riuscito a provare l'esistenza di un presunto ...

Prossima diretta

Occhi al Cielo di Giugno 2018

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Gallery utenti

Partner

Peter Pan Onlus

International Physicist Network

Rigel Astronomia

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui