L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Quattro quasar in posizione ideale

Rappresentazione di quasar

Rappresentazione di quasar

Alcune delle galassie maggiori dell'universo sono oggi piene di stelle oramai morte ma un tempo, dodici miliardi di anni fa, sono proprio queste galassie che hanno determinato  la formazione di miliardi di stelle. Qualcosa, poi, ha interrotto il processo in queste ex-galassie a starburst

Secondo un team della Iowa State University la causa della cessazione potrebbe risiedere nei quasar, la parte centrale e attiva delle galassie. La teoria è basata sull'osservazione di quattro quasar all'interno di galassie ricche di polvere che ancora stanno creando stelle: proprio questi quasar potrebbero giocare un importante ruolo nella formazione di polvere in grado di spegnere la formazione di nuovi astri. I quasar sono abbastanza potenti, infatti, da generare getti di gas verso l'esterno, i quali a loro volta possono spiegare il meccanismo alla base della transizione tra fase di starburst e fase di galassia ellittica a stelle "morte". 

I quasar dovrebbero essere nascosti dietro la coltre di polvere che avvolge queste galassie ed il fatto che invece riusciamo a vederne alcuni potrebbe essere testimone di un numero molto maggiore rispetto a quanto stimato a oggi. Nel caso più estremo, ogni galassie di questo tipo potrebbe avere un quasar anche se non lo vediamo. 

Le osservazioni si sono servite del solito Atacama Large Millimeter Array (ALMA) prima di mappare gli oggetti con altri telescopi a differenti lunghezze d'onda, dall'ultravioletto al lontano infrarosso

Ma perché questi quasar sono visibili, anziché restare nascosti? I ricercatori ritengono di esser riusciti a sbirciare in profonde cavità della galassia, una zona di vuoto che consente alla luce di fuggire all'interno dei dintorni ricchi di polvere. E' la forma specifica delle galassie quindi a consentire una visione chiara: una sorta di ciambella orientata nel modo a noi più comodo, quindi, a formare un raro caso di geometrie con il nostro punto di osservazione. 

La fonte è Astrophysical Journal

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
21/07/2017 - La miglior stima della quantità di gas molecolare - La somma di osservazioni effettuate dai maggiori telescopi per ottenere la stima migliore della quantità di gas molecolare negli ammassi di galassie d...
21/07/2017 - Nuove tracce di formazione stellare galattica - Attraverso lo studio infrarosso di 26 nubi, un team di astronomi riesce a unificare i modelli di formazione stellare: disco e getto vanno di moda anch...
27/07/2017 - L'abbraccio tra Davide e Golia - Hubble Space Telescope immortala l'abbraccio gravitazionale tra la gigante NGC 1512 e la nana NGC 1510, mostrando come eventi simili siano il preludio...
27/07/2017 - Orione: tre popolazioni successive di stelle - I dati del VLT di ESO lasciano spazio all'ipotesi di formazione stellare a cascata: tre popolazioni di stelle distanziate, per nascita, da circa un mi...
07/08/2017 - Campi magnetici contro l'efficienza stellare - Dalla polarizzazione dei filamenti a quella dei nuclei più densi di formazione stellare: il motivo della mancata efficienza nel processo che genera nu...
06/10/2017 - Una nube di neutroni che si riaccende - Una survey congiunta a diverse lunghezze d'onda riesce a mostrare come una nube di elettroni all'interno dell'ammasso Abell 1033 si sia riaccesa in se...
19/07/2017 - Raggi gamma intrappolati nel centro galattico - Osservazioni spaziali di Fermi e terrestri di HESS mostrano un intasamento nel viaggio dei raggi cosmici altamente energetici con un alone gamma nel c...
21/07/2017 - Relazione forte tra buco nero e forma galattica - Uno studio basato sulla forma delle galassie svela una relazione molto forte tra l'apertura dei bracci galattici e la massa del buco nero centrale...
25/07/2017 - Una lente che si fa in quattro - Dai dati della survey Pan-STARRS, per serendipity, esce un candidato a lente gravitazionale quadrupla, uno dei pochi casi finora osservati...
27/07/2017 - Galassie con il contributo esterno - Il materiale che compone le galassie maggiori deriva in larga parte dal contributo fornito dal vento galattico generato dalle esplosioni di supernova ...
31/07/2017 - Una supernova superluminosa che spazza metalli - Non sembra esserci relazione tra la metallicità di una galassia e la possibilità che al suo interno possano aver luogo supernovae superluminose....
08/08/2017 - I buchi neri sarebbero decine di milioni - Uno studio della UCI mostra come nella Galassia possano esistere decine di milioni di buchi neri di grande taglia. Pochi, però, si troverebbero in sis...

Prossima diretta

International Physicists Network

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:25, T: 18:25
Distanza 0.99646 UA


Luna
S: 03:37, T: 17:05
Fase: 5% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 54.4°
Tramonta: 07:49Mappa

Nettuno - Alt. 35.5°
Tramonta: 04:00Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1982) - avvistata la cometa di Halley durante l'ultimo passaggio
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui