L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Quanto dura la formazione di stelle massicce

Zone di formazione stellareGli astronomi possono stimare il tempo necessario alla formazione di una stella: è il tempo che passa dall'inizio del collasso della nube di gas e dipende da massa, dimensione della nube stessa e gravità. Approssimando, lo scenario va bene per le dinamiche di formazione stellare, specialmente laddove il nuovo materiale può fluire verso la nube da filamenti, a sostegno dell'attività di formazione stellare. Questo quadro molto semplice, però, mal si sposa con le osservazioni nei più ampi sistemi stellari con stelle di grande massa: anziché un processo veloce, qui sembra regnare un processo di inibizione di formazione stellare fatto di pressione, turbolenza e altri impedimenti.

Astronomi del CfA hanno studiato proprio queste regioni di formazione di stelle di grande massa e le fasi iniziali nelle regioni molecolari. Questi agglomerati hanno densità di gas decine di migliaia di volte superiori a quelle dello scenario più semplice. La polvere associata al gas blocca la luce stellare proveniente dall'esterno lasciando il materiale molto freddo, pochi gradi al di sopra dello zero assoluto. Questi addensamenti si osservano tipicamente con telescopi submillimetrici che scansionano il cielo e applicano algoritmi per identificare le zone di interesse. Il problema è che anche un addensamento in quiete può contenere subregioni di attività, impossibili da rinvenire a questo punto a causa della "piccola" risoluzione spaziale dei telescopi attualmente interessati. 

Anziché analizzare le singole foto, allora, gli scienziati hanno analizzato i singoli pixel di ciascuna foto confrontando i risultati con i dati infrarossi. Le immagini infrarosse campionano il materiale più caldo, compreso quello proveniente da sorgenti incastonate nella nube. L'infrarosso segnala la presenza di formazione stellare nell'agglomerato di materiale, caratterizzando quindi la temperatura della polvere, significativamente superiore in presenza di attività di formazione stellare. I tempi sono legati a sorgenti chiamate "methanol masers", trovati in regioni di formazione stellare, che durano circa 35 mila anni. Questi maser sono stati visti in numerosi addensamenti di materia e la stima delle loro proprietà pone un vincolo all'età dell'addensamento stesso. 

Gli addensamenti privi di stelle incorporate durano tra 0.2 e 1.7 milioni di anni mentre quelli con stelle durano soltanto la metà del tempo. 

La fonte è The Astrophysical Journal

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
28/03/2017 - L'alone di una galassia a starburst - Per la prima volta si è riusciti a entrare nei dettagli di un alone galattico di una galassia a intensa formazione stellare: l'oggetto osservato è NGC...
05/04/2017 - Sei nuove nubi ionizzate nel Leo Cluster - Uno studio giapponese rivela sei nuove strutture enormi di gas ionizzato nell'Ammasso del Leone, creando parallelismi con ammassi vicini e consentendo...
07/04/2017 - Era così giovane, solo un miliardo di anni - In un periodo in cui l'universo aveva appena 1.6 miliardi di anni, una galassia aveva già prodotto 300 miliardi di stelle prima di trasformarsi in red...
07/04/2017 - Rosse e morte senza un motivo apparente - Esistono galassie che non producono stelle pur avendo enormi scorte di gas all'interno. Evidentemente qualcosa scalda questo gas e Akira potrebbe dire...
07/04/2017 - ALMA guarda dove si scontrano le stelle - Nel complesso molecolare di Orion-1 (OMC-1) i resti di due protostelle che si sono scontrate. ALMA effettua osservazioni con dettagli mai raggiunti fi...
10/04/2017 - Un sistema binario con ferro di cavallo - ALMA analizza il disco protoplanetario che circonda il sistema binario di HD 142527, distante 510 anni luce da noi. Una differenza di distribuzione tr...
12/04/2017 - Collisioni nei dischi di detriti di due stelle - Le righe spettrali degli atomi di carbonio negano l'origine primordiale di questo elemento, andando a favore della teoria delle collisioni tra oggetti...
20/04/2017 - Il primo disco di accrescimento per una stella - ALMA riprende per la prima volta con estremo dettaglio il disco di accrescimento intorno a una stella giovane, dell'età di 40 mila anni. ...
25/04/2017 - Prime informazioni su galassie submillimetriche - L'utilizzo di ALMA consente lo studio di galassie che fino a pochi anni fa erano inaccessibili: le galassie submillimetriche iniziano a raccontarsi,e ...
02/05/2017 - Tra collisioni e shock interni nelle Antenne - Scienziati del CfA mostrano come la formazione stellare nelle galassie interagenti delle Antenne sia provocata dalla collisione ma anche da un process...
08/05/2017 - Supernovae e buchi neri contro le nuove stelle - La teoria che vede la formazione stellare oppressa dai venti prodotti dalle supernovae e dai getti provenienti dai nuclei attivi trova conferma anche ...
18/05/2017 - Getti di tutto rispetto da una nana bruna - Contrariamente alle aspettative, un oggetto allungato di 0.7 anni luce in estensione emerge da una nana bruna in formazione. Nuova luce sulla nascita ...
19/05/2017 - Un pianeta che nasce come una stella - Le osservazioni di ALMA mostrano un corpo di massa planetaria, isolato, nascere con lo stesso processo classico delle giovani stelle. Un disco che, a ...
23/05/2017 - Tre profili per passare dai filamenti alle stelle - Un team di scienziati del CfA elabora dei modelli per prevedere la formazione stellare nei filamenti delle nubi molecolari. I risultati sembrano una o...
25/05/2017 - Quasar ad altissimo tasso di formazione stellare - Forse svelati gli oggetti mancanti che, nelle prime fasi dell'universo, hanno portato alla presenza di galassie ritenute a oggi troppo massicce per i ...
25/05/2017 - L'analisi del gas nella galassia IC 432 - Osservazioni di SOFIA effettuate al centro della galassia IC 342 mostrano il tasso esistente tra il gas riscaldato dalle stelle già nate e il gas fred...
05/06/2017 - Dentro la Main Sequence Galaxy - Lo studio di 246 galassie ad alto tasso di formazione stellare per comprendere se alla base del burst sia la quantità di materiale disponibile oppure ...
08/06/2017 - Un altro pezzo al puzzle della vita sulla Terra - Intorno alle stelle nascenti in IRAS 16293-2422, nella zona di Rho Ophiuchi, spunta la molecola dell'isocianato di metile, base della vita come la con...
13/06/2017 - Nove lune piene a onde radio fino agli albori - La più dettagliata immagine dell'universo, seppur parziale, in onde radio viene dal Karl G. Jansky Very Large Array (VLA), con 384 ore di posa in una ...
14/06/2017 - Tutti i Soli nascono in coppia - il nostro Sole è stella solitaria, ma secondo un nuovo studio della Berkeley basato sui dati radio del VLA non è sempre stato così: ogni stella solare...
15/06/2017 - Campi magnetici che variano da stella a stella - Le osservazioni di ALMA fanno cadere la regola dei forti campi magnetici: la protostella Ser-emb 8 mostra dei moti dominati dalle turbolenze, con un c...
16/06/2017 - L'ammoniaca nella formazione stellare - Osservazioni nella banda radio, compositate con osservazioni di WISE, mostrano la mappa dell'ammoniaca in una vasta regione di formazione stellare in ...
16/06/2017 - Un disco stellare ad azoto asimmetrico - Uno squilibrio nella presenza di azoto in un disco di formazione stellare lascia ipotizzare la formazione di un sistema multiplo e la futura frammenta...
21/06/2017 - Nane brune, nascita a metà tra pianeta e stella - Uno studio mirato alla composizione chimica di 53 stelle compagne di nane brune mostra un processo di formazione di queste ultime che varia in base al...
21/06/2017 - E le stelle si accendono a una a una - Osservazioni del Very Large Array mostrano come il getto sprigionato da una giovane stella possa aver innescato la formazione di un'altra protostella...
22/06/2017 - Una galassia a disco morta troppo presto - Immagini di Hubble e VLT, unitamente a una lente gravitazionale molto forte, scovano una galassia che ha interrotto la produzione di stelle molto pres...
11/05/2017 - Una Crab Nebula in tutto lo spettro - Sebbene sia uno degli oggetti più studiati, l'insieme dei dati provenienti dai diversi osservatori spaziali fornisce sempre ulteriori spunti di rifles...
06/06/2017 - ALMA spiega la freddezza della Boomerang Nebula - Le osservazioni di ALMA mostrano una velocità di espansione del materiale della Boomerang Nebula inspiegabile con la presenza di una sola stella. Alla...
19/06/2017 - La pulsar con la bolla intorno - Osservazioni radio della University of Hong Kong scovano una classica struttura di onda d'urto collegata probabilmente alla pulsar PST K1015-5719, una...
28/03/2017 - La nova nana che perde le gobbe - Nuove osservazioni della nova nana MN Draconis mostrano un superciclo costantemente più lungo negli ultimi dodici anni, a indicare superoutburst sempr...
03/04/2017 - Una nuova supernova Ibn a lenta evoluzione - Astronomi della Stockholm University osservano una supernova dallo spettro che ricalca quello delle supernovae Ibn ma i cui tempi sono estremamente di...
11/04/2017 - Come muore una stella di grande massa - Osservazioni di dettaglio di una stella agonizzante mostrano quello che può essere un comportamento standard delle grandi stelle appena prima di esplo...
11/04/2017 - Mappe di insistenza per l'attività di GAIA - Una mappa per capire dove il satellite dell'ESA GAIA sia andato, finora, a insistere maggiormente. Un miliardo di stelle in 14 mesi e c'è ancora molto...
26/04/2017 - GAIA, roba di altra galassia - L'osservatorio ESA adibito allo studio posizionale di un miliardo di stelle galattiche sconfina: osservate regioni stellari nella galassia M33...
26/04/2017 - La Via Lattea fa il lifting al silicio - Il trend di invecchiamento verso il centro che si registra spostandosi dalla periferia al centro galattico vale per molti elementi ma non per il silic...
02/05/2017 - Gaia, uno sguardo al cielo futuro - I dati di Gaia sulla posizione tridimensionale delle stelle offrono uno spunto per proiettare il movimento degli astri al futuro per vedere come cambi...
09/05/2017 - Quella non è una nana bruna, ma un pianeta - Un oggetto che finora è stato ritenuto una nana bruna si scopre con maggior probabilità come gigante gassoso solitario: ottima opportunità per studiar...
16/05/2017 - KELT-11b: un mondo di polistirolo - La survey KELT scova un pianeta la cui massa è un quinto di quella gioviana ma più grande del 40% rispetto a Giove. Un pianeta "gonfiato" che può dire...
22/05/2017 - Il globulare a due code - Nei dati della survey PanSTARRS, le prove di uno dei pochissimi ammassi globulari in possesso di una coda mareale. In questo caso sono due e hanno una...
22/05/2017 - La stella di Tabby alla prova del nove - La curva di luce della stella di Tabby sembra indicare l'inizio di un altro periodo di bassa luminosità. Tutti pronti alle osservazioni sperando di co...
25/05/2017 - Metanolo in forma di gas nel disco di TW Hyd - Le antenne di ALMA scrutano a fondo il disco che circonda la giovane stella TW Hydrae scoprendo per la prima volta la presenza di metanolo in forma ga...
31/05/2017 - L'orizzonte degli eventi esiste davvero - Uno studio basato sui dati della survey PanSTARRS ha voluto testare la teoria che vede al centro delle galassie non un buco nero con orizzonte degli e...
05/06/2017 - Vermin Galaxy transitata da una stella - Le immagini di Hubble mostrano un raro caso di transito di una stella su una galassia: nel 2020 la Vermin Galaxy sarà totalmente occultata dal disco d...
06/06/2017 - Esopianeti bollenti, gemelli diversi e inesistenti - Intorno alla stella KELT-9b, la più calda con un esopianeta scoperto, esiste un pianeta più caldo di tantissime altre stelle. Altri esopianeti mostran...
13/06/2017 - Gaia1, un ammasso aperto di natura galattica - L'analisi spettrografica dell'ammasso aperto Gaia1, di recente scoperta, indica una natura galattica contrariamente a quanto ipotizzato finora. A parl...
20/06/2017 - Una rara stella all'elio - Una stella scoperta nel 1942 e classificata come subnana calda si scopre invece un raro esempio di stella all'elio, forse derivante dalla fusione di n...
23/06/2017 - Un sistema particolare per TYC-4282-605-1 - Gli occhi di Harps-N e dello spettrografo Giano immortalano una stella simile al Sole ma in fase di gigante rossa orbitata da vicino da un pianeta di ...

Prossima diretta

Incontri di Astronomia: Dr. Alberto Rorai

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 05:36, T: 20:49
Distanza 1.01654 UA


Luna
S: 07:08, T: 22:02
Fase: 4% (Cresc.)

Satelliti principali

Accadde Oggi
  • (1894) - nasce Hermann Oberth, padre dell'astronautica
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui