L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Nuove tracce di formazione stellare galattica

Formazione stellare

Formazione stellare

Un team di ricerca dell'Adler Planetarium ha scoperto nuovi indizi sulla formazione stellare nella Via Lattea attraverso la luce infrarossa e un nuovo processo in grado di separare quanto derivante dalla formazione stellare da quanto dovuto ad altri processi. Il risultato è una nursery stellare in grado di produrre decine o centinaia di stelle con differenti masse e dimensioni

Una stella riesce a nascere nel momento in cui viene a trovarsi al centro di un disco con rotazione in rallentamento e il rallentamento avviene ad opera di flussi in uscita di gas incanalati nei cosidetti getti. I getti possono raggiungere 10 trilioni di miglia. 

Nei dischi possono invece formarsi dei pianeti e la presenza di un getto può quindi essere un ottimo indicatore della formazione di un nuovo sistema planetaria, anche quando il disco non è osservato direttamente. Le stelle con massa superiore a otto masse solari spazzano le zone adiacenti con una forte emissione ultravioletta, in grado di distruggere la nube di origine con estrema facilità. Non è quindi accertato che le stelle massicce abbiano origine con gli stessi processi (disco e getti) tipici delle stelle "normali". 

Attraverso NICFPS (Near-Infrared Camera and Fabry-Perot Spectrometer) montato all'Astrophysical Research Consortium (ARC) in un telescopio da 3,5 metri, il team di astronomi ha guardato dentro 26 nubi ottenendo, in luce infrarossa, una visione distinta dei getti. Sono stati identificati 36 nuovi getti in grado di verificare come anche le stelle massicce vengano a formarsi tramite il processo standard disco-getto. 

La fonte è Astrophysical Journal

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
14/08/2017 - TRAPPIST-1, tra formazione e composizione - Due studi paralleli mostrano la composizione dei pianeti del sistema di TRAPPIST-1 e il possibile processo di formazione dei sette pianeti che lo comp...
31/07/2017 - Formazione della Luna: un bel tira e molla - La formazione del nostro satellite non smette di far parlare: a difesa della teoria di Theia sembra giocare la dinamica di isotopi del gallio, vaporiz...
21/07/2017 - La miglior stima della quantità di gas molecolare - La somma di osservazioni effettuate dai maggiori telescopi per ottenere la stima migliore della quantità di gas molecolare negli ammassi di galassie d...
27/07/2017 - L'abbraccio tra Davide e Golia - Hubble Space Telescope immortala l'abbraccio gravitazionale tra la gigante NGC 1512 e la nana NGC 1510, mostrando come eventi simili siano il preludio...
27/07/2017 - Orione: tre popolazioni successive di stelle - I dati del VLT di ESO lasciano spazio all'ipotesi di formazione stellare a cascata: tre popolazioni di stelle distanziate, per nascita, da circa un mi...
31/07/2017 - Quattro quasar in posizione ideale - Uno studio della Iowa University fa luce sul meccanismo che determinò la fine della formazione stellare in galassie giganti: i quasar potrebbero aver ...
07/08/2017 - Campi magnetici contro l'efficienza stellare - Dalla polarizzazione dei filamenti a quella dei nuclei più densi di formazione stellare: il motivo della mancata efficienza nel processo che genera nu...
19/07/2017 - Raggi gamma intrappolati nel centro galattico - Osservazioni spaziali di Fermi e terrestri di HESS mostrano un intasamento nel viaggio dei raggi cosmici altamente energetici con un alone gamma nel c...
25/07/2017 - Meno pianeti simili a Giove del previsto - Uno studio basato sui dati di OGLE, e quindi sulle microlenti gravitazionali, ridimensiona il numero stimato di esopianeti delle dimensioni di Giove n...
27/07/2017 - Galassie con il contributo esterno - Il materiale che compone le galassie maggiori deriva in larga parte dal contributo fornito dal vento galattico generato dalle esplosioni di supernova ...
08/08/2017 - I buchi neri sarebbero decine di milioni - Uno studio della UCI mostra come nella Galassia possano esistere decine di milioni di buchi neri di grande taglia. Pochi, però, si troverebbero in sis...
09/08/2017 - Il buco nero strizza l'occhio a Einstein - Ancora conferme per la Relatività Generale: stavolta vengono dall'aderenza del moto della stella S2 rispetto alle previsioni durante l'orbita intorno ...

Prossima diretta

International Physicists Network

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:25, T: 18:25
Distanza 0.99646 UA


Luna
S: 03:37, T: 17:05
Fase: 5% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 54.2°
Tramonta: 07:49Mappa

Nettuno - Alt. 35.7°
Tramonta: 04:00Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1982) - avvistata la cometa di Halley durante l'ultimo passaggio
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui