L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Nessuna migrazione per HD 106906

Il sistema di HD 106906 ripreso da ESO

Il sistema di HD 106906 ripreso da ESO. La luce della stella viene bloccata. In alto a destra il pianeta "b"

Studiare i dischi che circondano le stelle è importante per comprendere i processi di formazione planetaria. A parte la composizione chimica, quel che ci risulta evidente in un disco posto a diversi anni luce di distanza è la forma, e tramite la forma è possibile comprendere le forze gravitazionali in gioco, in grado di determinarla. 

Uno dei casi più evidenti è quello del disco che circonda la stella HD 106906, ben immortalato da SPHERE dell'ESO: si tratta di una stella con un disco che si estende fino a 65 Unità Astronomiche di distanza e con un pianeta, chiamato HD 106906b, che si trova a ben 650 Unità Astronomiche di distanza, quindi decisamente al di fuori del disco stesso. Questo pianeta è nato dove lo vediamo oggi oppure è nato nelle zone più interne del disco per poi migrare all'esterno?

Simulazione del disco da confrontare con le immagini di SPHERE

Simulazione del disco da confrontare con le immagini di SPHERE

Una simulazione, pubblicata su The Astrophysical Journal Letters, risponde a questa domanda mostrando come il pianeta esistente, l'unico del quale a oggi si abbia notizia, è sufficiente a determinare un disco come quello che si vede nelle immagini di SPHERE: dimensione, forma allungata, tutto è ben spiegato dalla configurazione attuale. La simulazione ipotizza la formazione distante del pianeta e quindi sembra confermare questa possibilità, visto che ulteriori simulazioni mirate a verificare la forma del disco in caso di migrazione non combaciano assolutamente con le osservazioni.

La fonte è Phys.org


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
13/11/2017 - LA NASCITA DELLE STELLE parte I - La nascita delle stelle e' stato un argomento che solo negli ultimi anni ha avuto una evoluzione notevole grazie allo studio delle regioni di formazio...
03/11/2017 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...
14/11/2017 - Variazioni nei dischi protoplanetari - Lo strumento SPHERE installato sul VLT di ESO mostra dettagli particolarissimi nei dischi protoplanetari di tre stelle distanti. Nuovi indizi per la f...
18/11/2017 - 55 Cnc e: un pianeta con due facce - Spitzer analizza la mappa di temperatura del pianeta 55 Cnc e scoprendo due facce molto differenti: una fusa e una solida, con escursione termica elev...
13/09/2017 - Tre nuove superTerre vicine per K2 - Tre nuove superTerre scoperte da Kepler intorno alla stella GJ 9827. Si trova a soli 100 anni luce da noi. ...
18/11/2017 - Da dove viene l'acqua sulla Terra? - L'arrivo dell'acqua sulla Terra è ancora un momento da spiegare e individuare. Asteroidi o comete? Anche la formazione di Giove potrebbe aver influito...

Prossima diretta

Da Zero a Oort p.4

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:06, T: 16:45
Distanza 0.98798 UA


Attività solare real time

Luna
S: 07:38, T: 17:48
Fase: 1% (Cresc.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 56.5°
Tramonta: 04:28Mappa

Nettuno - Alt. 22.9°
Tramonta: 00:44Mappa

Satelliti principali

Accadde Oggi
  • (1972) - lanciato SAS-2 per l'astronomia delle alte energie
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui