L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Modelli atmosferici fanno "vivere" Proxima-b

Il sistema di Alfa Centauri. Nel cerchio rosso la stella Proxima.

Il sistema di Alfa Centauri. Nel cerchio rosso la stella Proxima. 

Scoperto ad Agosto 2016, il pianeta che orbita la stella Proxima Centauri, chiamato Proxima-b, è salito subito sugli scudi come "gemello" terrestre e da allora molti studi hanno cercato di capire se questa somiglianza fosse vera o meno soprattutto in termini di sostenibilità di forme di vita

Un team di astrofisici e meteorologi ha utilizzato il Met Office Unified Model, lo stato dell'arte per la simulazione atmosferica usato per decenni, con profitto, sulla Terra, per portare avanti delle simulazioni numeriche nel tentativo di prevedere possibili scenari ambientali sul pianeta, ipotizzando valori per parametri ancora ignoti. 

Le ipotesi maggiori sono state adottate sulla rotazione del pianeta, ipotizzando un blocco mareale operato dalla stella (una rotazione per ciascuna rivoluzione, mostrando quindi la stessa faccia alla stella come la Luna fa con la Terra) e una risonanza 3:2, la stessa di Mercurio intorno al Sole. I risultati, pubblicati su Astronomy & Astrophysics, parlano di una atmosfera potenzialmente abitabile e di un clima sostanzialmente stabile, quindi adatto allo sviluppo e alla sostenibilità di forme di vita, di qualsiasi tipo esse siano. Una netta differenza rispetto alla nostra atmosfera sta nel picco di emissione della stella-madre, visto che la maggior radiazione di Proxima viene emessa nell'infrarosso vicino con conseguenze differenti, rispetto a noi, su vapore acqueo e anidride carbonica. Soprattutto  il modello basato su risonanza 3:2 sembra il più adatto alla vita, e inoltre un'orbita più eccentrica porterebbe a un deciso miglioramento dell'abitabilità del mondo.

La fonte è Astronomy & Astrophysics

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
22/11/2017 - Marte, tra rivoli e ghiaccio notturno - i dati di MRO mostrano delle possibili spiegazioni per i rivoli di acqua che solcano periodicamente alcune zone marziane e svelano segreti riguardanti...
11/01/2018 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...
18/12/2017 - GJ 436b: l'esopianeta con la coda - Hubble rivela, osservando i transiti dell'esopianeta davanti alla sua stella madre, che la coda è una immensa nube di idrogeno...
18/11/2017 - 55 Cnc e: un pianeta con due facce - Spitzer analizza la mappa di temperatura del pianeta 55 Cnc e scoprendo due facce molto differenti: una fusa e una solida, con escursione termica elev...
14/11/2017 - Variazioni nei dischi protoplanetari - Lo strumento SPHERE installato sul VLT di ESO mostra dettagli particolarissimi nei dischi protoplanetari di tre stelle distanti. Nuovi indizi per la f...
04/12/2017 - La formazione planetaria intorno a HD 169142 - Gli occhi millimetrici di ALMA indagano sulla stella HD 169142: un disco circumstellare che porta i segni della formazione planetaria....

Prossima diretta

Corso di Astrofotografia on line

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:34, T: 17:05
Distanza 0.9838 UA


Attività solare real time

Luna
S: 06:56, T: 16:43
Fase: 0% (Cresc.)

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1976) - Lanciata la Helios2 in orbita solare
Gallery utenti

Partner

Peter Pan Onlus

International Physicist Network

Rigel Astronomia

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui