L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Le modulazioni di una stella distrutta

Rappresentazione di distruzione mareale

Rappresentazione di distruzione mareale

Il giorno 11 novembre 2014 qualcosa si è acceso nel cielo e la rete di telescopi robotici di ASASSN (All Sky Automated Survey for SuperNovae) ha catturato un evento subito girato alle altre organizzazioni. L'evento si mostrava fin da subito come una distruzione mareale di una stella (TDE - Tidal Disruption Event) da parte di un buco nero in una galassia distante 300 milioni di anni luce e dalla segnalazione sono partiti 270 giorni di follow-up da parte di numerosi altri telescopi, compreso Swift della NASA. 

Eventi di distruzione mareale sono molto rari, con stime che vanno da un evento ogni 10 mila anni a uno ogni 100 mila anni per una singola galassia, anche se in realtà proprio di recente questa stima sembra essere un po' incerta. Ciò che ha lasciato interdetti, nel caso di ASASSN 14li (questo il nome assegnato all'evento), è stata una modulazione di variazioni luminose nello spettro ottico e ultravioletto alla quale ha fatto seguito, a distanza di 32 giorni, una modulazione in banda X avente lo stesso pattern. 

Come spiegare un simile fenomeno? In realtà la conclusione è abbastanza intuitiva e riguarda la zona di provenienza di queste radiazioni. La radiazione X proviene dalla zona più interna del disco di accrescimento del buco nero formato dai detriti della stella distrutta mentre le variazioni ottiche e ultraviolette si verificano nella parte più distante. I detriti della stella, nel loro disporsi intorno al buco nero creando il disco di accrescimento, collidono l'uno con l'altro creando la modulazione ottica e ultravioletta osservata. Sono gli stessi pezzi che si formano in questo momento che poi, con il tempo, si avvicinano sempre più al buco nero, si scaldano e iniziano a emettere in bande sempre più energetiche, fino a quella X. Questo spiega come mai le bande abbiano la stessa modulazione di variazione: dipende dallo stesso materiale che converge verso zone più interne. 

La fonte è Phys.org


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
27/02/2017 - Distruzioni stellari non così rare nelle fusioni - Un team di scienziati rivela la presenza di eventi di distruzione mareale di stelle molto più frequenti nelle galassie in fusione, il che è abbastanza...
28/02/2017 - Mostri cosmici nati troppo in fretta - Un team di astronomi rivela la presenza dei cinque blazar più giovani mai scoperti a oggi: dimensioni gigantesche per un universo ancora troppo piccol...
02/03/2017 - Getti in rapida variazione per NuSTAR e XMM-Newton - Per la prima volta osservate variazioni a cadenza oraria nei getti provenienti da un buco nero supermassiccio, in termini di temperatura e composizion...
06/03/2017 - L'orologio per le onde gravitazionali - Si cercano nuove metodologie per la detection di onde gravitazionali, metodi che potrebbero prescindere dal rumore ascoltato dagli interferometri e ch...
06/03/2017 - Buchi neri primordiali? Se ci sono si nascondono - La materia oscura può essere composta da buchi neri intermedi primordiali? Uno studio basato sull'effetto di lente gravitazionale sembra negare questa...
07/03/2017 - Vento magnetico slegato dalla massa - Una ricerca della James Madison University mostra come il vento generato dal disco di accrescimento di un buco nero dipenda dal campo magnetico e non ...
09/03/2017 - Le radiogalassie Peter Pan - Il legame tra dimensione delle galassie e la loro età non è poi così forte: la densità di una galassia incide molto sul rapporto e costringe a riveder...
09/03/2017 - Un doppio evento di distruzione stellare - Il Palomar Observatory fa registrare, alla metà del 2016, due eventi di distruzione mareale ai danni di due stelle poste in due distinte galassie. ...
10/03/2017 - L'ultimo pasto del buco nero Galattico - Le due bolle di gas scoperte da Fermi nel 2010 al di sopra e al di sotto del piano galattico sembrano le prove di un ultimo pasto del buco nero centra...
13/03/2017 - Buchi neri precoci aiutati da galassie vicine - La crescita molto veloce dei primi buchi neri supermassicci è ancora al centro dei dibattiti: la radiazione proveniente da galassie vicine potrebbe sp...
13/03/2017 - La stella più vicina a un buco nero - La stella più vicina a un buco nero, in sistema binario, si trova in 47 Tucanae: la distanza tra gli astri è di 2.5 volte la distanza Terra-Luna. ...
21/03/2017 - Buchi neri supermassivi precoci da stelle-mostro - Nuove simulazioni alla ricerca dei motivi che hanno consentito ai buchi neri di crescere in maniera "esagerata" per le nostre conoscenze durante le pr...
23/03/2017 - Un'onda gravitazionale che sposta il buco nero - A 8 miliardi di anni luce di distanza, il decentramento di un quasar rispetto alla galassia ospite sembra andare a favore di una onda gravitazionale t...
27/03/2017 - Il buco nero supermassiccio che genera stelle - Da tempo si pensa che nei dintorni dei buchi neri supermassicci presenti all'interno della maggior parte delle galassie, ci siano le condizioni ambien...
28/03/2017 - Sorprendente buco nero per la galassia nana - Dalle immagini di Was 49 provengono dati inattesi sulle dimensioni di un buco nero supermassiccio al centro di una galassia nana. Dimensioni troppo gr...
30/03/2017 - Superbolle alimentate da AGN in radiogalassie - Due superbolle di gas e polvere scovate intorno a due distanti radiogalassie, poste a 11.5 miliardi di anni luce da noi, da parte di ricercatori dell'...
31/03/2017 - Un bagliore X dalla misteriosa origine - Un flare X di poche ore, acceso nei dati di Chandra a ottobre 2014 e mai più osservato. Tre possibili spiegazioni ma nessuna riesce a essere perfetta....
05/04/2017 - Come si arriva alla fusione di buchi neri - Un nuovo strumento, COMPAS, per la determinazione del processo che dà vita alla fusione di buchi neri stellari e quindi alla produzione delle onde gra...
07/04/2017 - Rosse e morte senza un motivo apparente - Esistono galassie che non producono stelle pur avendo enormi scorte di gas all'interno. Evidentemente qualcosa scalda questo gas e Akira potrebbe dire...
13/04/2017 - SgrA* in posa: immagine tra qualche mese - L'immagine più dettagliata di sempre della zona del buco nero galattico dovrebbe essere stata acquisita: Event Horizon Telescope fornisce i dati per l...
18/04/2017 - Due buchi neri troppo grandi per galassie nane - Il telescopio Gemini North rivela la massa di due buchi neri supermassivi scoperti in due galassie nane ultracompatte: una massa enormemente più grand...
19/04/2017 - Il battito asimmetrico del buco nero - Immagini di Chandra scavano nell'attività del buco nero supermassiccio che si trova al centro dell'Ammasso del Centauro, influenzandolo con ripetuti b...
20/04/2017 - Cosa alimenta i getti dai buchi neri supermassicci - Analisi del Max Planck Institute basate su dati ottenuti dal Very Large Baseline Array mostrano come siano i campi magnetici di piccola scala a innesc...
24/04/2017 - Primo buco nero in un LMXBs - Per la prima volta nella nostra Galassia, scovato un probabile sistema binario a raggi X in cui una componente è un buco nero. Osservazioni di Chandra...
28/04/2017 - La rete cosmica misurata a scala ridotta - Per la prima volta è stata misurata la diversa struttura a scala ridotta del gas facente parte della rete cosmica a grande scala. Fondamentale l'uso d...
10/05/2017 - Buchi neri e fusioni: il pasto grande è alla fine - Uno studio pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society basato sui dati di NuSTAR mostra come sia nelle fasi finali del merging che...
11/05/2017 - Fermi colleziona il miliardesimo raggio gamma - Dal 2008, anno di messa in opera, il telescopio spaziale Fermi ha rivoluzionato il modo di vedere l'universo a alta energia. Il 12 aprile ha catturato...
12/05/2017 - Un buco nero supermassiccio in movimento - I dati di Chandra e di Hubble, seguiti alla survey SDSS, mostrano la presenza di un buco nero supermassiccio spiraleggiante al centro di una galassia ...
12/05/2017 - Tre quasar troppo brillanti per la tenera età - Tre quasar distanti 13 miliardi di anni luce mostrano una massa centrale incompatibile, secondo i modelli, con il tempo impiegato ad acquisirla. Ad og...
15/05/2017 - Il cielo secondo XMM-Newton - Durante le operazioni portate avanti tra il 2001 e il 2014, XMM-Newton ha scandagliato nello spettro X l'85% del cielo, elaborando una mappa delle sor...
16/05/2017 - AGN compatti: sembra una regola - Uno studio del CfA mostra come le regioni nucleari delle galassie attive risultino più compatte e piccole rispetto alle galassie non attive. ...
24/05/2017 - Un oggetto vicino al buco nero di Cygnus A - Le osservazioni effettuate tramite il VLA mostrano per la prima volta la presenza di un oggetto molto vicino al buco nero della galassia Cygnus A, pro...
24/05/2017 - Buchi neri intermedi: più rari del previsto - Nonostante i mezzi per rintracciarle esistano, nessuna onda gravitazionale da fusione di buchi neri di massa intermedia è mai stata osservata fino a o...
07/03/2017 - La splendida spirale di LL Pegasi - Immagini combinate di ALMA e Hubble mostrano la spirale di LL Pegasi in vista tridimensionale: l'effetto della rotazione di un sistema binario durante...
08/03/2017 - ALMA ai confini dell'universo con A2744_YD4 - ALMA immortala la sua galassia più distante e la scopre ricca di polvere: uno strumento utilissimo per fissare dei limiti alle date di formazione, e d...
10/03/2017 - Una supernova superluminosa all'ultravioletto - Una classe di supernovae è quella delle SN superluminose. Lo studio di follow-up di una di queste, molto brillante in infrarosso, aiuta a comprendere ...
14/03/2017 - Impostori tra le supernovae: il caso di SN 2015bh - Stelle che simulano una esplosione di supernova ma che restano vive, forse in una fase di passaggio allo stadio ultimo di Wolf-Rayet...
14/03/2017 - Supernovae azzurre per le prime stelle - Uno studio cerca di analizzare il primo universo a partire dalle supernovae derivanti dalla morte delle prime stelle. Il colore azzurro potrebbe esser...
21/03/2017 - Non basta un cono: un carosello per le pulsar - Elaborato un nuovo modello per spiegare l'emissione radio da parte delle pulsar: non è sufficiente un cono di radiazione proveniente dai poli magnetic...
27/03/2017 - Il GUSTO del mezzo interstellare - Un pallone in grado di operare per circa 150 giorni partirà dall'Antartide nel 2021, per osservare il mezzo interstellare e ogni fase del processo di ...
31/03/2017 - Alla ricerca della stella "vedova" di V103B - Osservazioni di Hubble Space Telescope sembrerebbero aver rinvenuto, per la prima volta, la stella compagna di una supernova di tipo Ia, avallando una...
03/04/2017 - Una nuova supernova Ibn a lenta evoluzione - Astronomi della Stockholm University osservano una supernova dallo spettro che ricalca quello delle supernovae Ibn ma i cui tempi sono estremamente di...
07/04/2017 - ALMA guarda dove si scontrano le stelle - Nel complesso molecolare di Orion-1 (OMC-1) i resti di due protostelle che si sono scontrate. ALMA effettua osservazioni con dettagli mai raggiunti fi...
11/04/2017 - Come muore una stella di grande massa - Osservazioni di dettaglio di una stella agonizzante mostrano quello che può essere un comportamento standard delle grandi stelle appena prima di esplo...
21/04/2017 - La supernova Ia scissa in quattro dalla lente - Quanto di meglio si potesse trovare: una supernova di tipo Ia la cui luce viene amplificata di 54 volte da una massa interposta. Un fenomeno che ha ge...
25/04/2017 - La pulsar ringiovanita - In un ammasso globulare (B091D) nella galassia di Andromeda, una pulsar sta vivendo una seconda giovinezza aumentando la velocità di rotazione dopo es...
02/05/2017 - Un sistema binario al calcio - All'interno di RCW 86, svelata la presenza di un sistema binario composto da stella di neutroni e stella di tipo solare con una abbondanza spiccata di...
11/05/2017 - Una Crab Nebula in tutto lo spettro - Sebbene sia uno degli oggetti più studiati, l'insieme dei dati provenienti dai diversi osservatori spaziali fornisce sempre ulteriori spunti di rifles...
15/05/2017 - La pulsar X più lenta dell'universo - I dati di Chandra mostrano come la pulsar a raggi X AX J1910.7+0917 rappresenti, ad oggi, la pulsar X più lenta in termini di rotazione intorno al pro...
17/05/2017 - La supernova nei fuochi d'artificio - Il 13 maggio 2017, Patrick Wiggins della University of Utha, Department of Physics & Astronomy, ha scoperto qualcosa di insolito nella spirale NGC 694...
26/05/2017 - La stella che muore senza esplodere - Forse spiegato il motivo per il quale vediamo poche supernovae Type II: una stella nella Fireworks Galaxy è diventata buco nero senza esplodere come s...
07/03/2017 - Anche gli ammassi aperti si ribellano alla teoria - Uno studio rivela la possibile presenza di diverse generazioni di stelle anche negli ammassi aperti. Se confermato sarebbe uno schiaffo molto forte al...
08/03/2017 - Il cuore pulsante di Iota Orionis - Una variazione di luminosità a forma di elettrocardiogramma per la stella binaria Iota Orionis: a causarla è la deformazione delle stelle nel loro per...
13/03/2017 - Il mostro nato in Westerlund 1 visto da Hubble - Westerlund 1-26 è una stella che, se posta al centro del Sistema Solare, si estenderebbe oltre l'orbita di Giove. L'ammasso che la contiene è molto gi...
13/03/2017 - Stessa inclinazione per stelle sorelle - Uno studio osservativo di due ammassi aperti mostra come le stelle nate da una stessa nebulosa siano in possesso di una stessa inclinazione dell'asse ...
16/03/2017 - Una zampata di gatto alla formazione stellare - Osservazioni di ALMA mostrano enormi variazioni in una zona di formazione stellare all'interno della Nebulosa Zampa di Gatto. Causa da ricercare nella...
19/03/2017 - In M42 Hubble scova la stella mancante - Da anni si riteneva che un ex-sistema multiplo stellare, andato distrutto, dovesse contenere inizialmente almeno tre stelle, ma finora soltanto due er...
22/03/2017 - Dischi protoplanetari che evaporano con una brezza - L'evaporazione dei dischi protoplanetari sembra un processo più comune di quanto non si ritenesse finora: non solo stelle grandi, ma anche quelle più ...
23/03/2017 - KIC 4150611, cinque stelle in eclisse - Un sistema stellare noto già da qualche anno si mostra molto più particolare di quanto pensato finora: KIC 4150611 è un sistema di cinque stelle, cias...
24/03/2017 - Delta Cephei è variabile anche in banda X - Una categoria di stelle che non termina di stupire: delta Cep, e altre due Cefeidi, variano in spettro X esattamente come variano diametro in base all...
28/03/2017 - La nova nana che perde le gobbe - Nuove osservazioni della nova nana MN Draconis mostrano un superciclo costantemente più lungo negli ultimi dodici anni, a indicare superoutburst sempr...
11/04/2017 - Mappe di insistenza per l'attività di GAIA - Una mappa per capire dove il satellite dell'ESA GAIA sia andato, finora, a insistere maggiormente. Un miliardo di stelle in 14 mesi e c'è ancora molto...
18/04/2017 - Quanto dura la formazione di stelle massicce - Dalla combinazione di osservazioni submillimetriche a quelle infrarosse per cercare marcatori in grado di indicare la durata del processo di formazion...
20/04/2017 - Il primo disco di accrescimento per una stella - ALMA riprende per la prima volta con estremo dettaglio il disco di accrescimento intorno a una stella giovane, dell'età di 40 mila anni. ...
26/04/2017 - GAIA, roba di altra galassia - L'osservatorio ESA adibito allo studio posizionale di un miliardo di stelle galattiche sconfina: osservate regioni stellari nella galassia M33...
26/04/2017 - La Via Lattea fa il lifting al silicio - Il trend di invecchiamento verso il centro che si registra spostandosi dalla periferia al centro galattico vale per molti elementi ma non per il silic...
02/05/2017 - Gaia, uno sguardo al cielo futuro - I dati di Gaia sulla posizione tridimensionale delle stelle offrono uno spunto per proiettare il movimento degli astri al futuro per vedere come cambi...
09/05/2017 - Quella non è una nana bruna, ma un pianeta - Un oggetto che finora è stato ritenuto una nana bruna si scopre con maggior probabilità come gigante gassoso solitario: ottima opportunità per studiar...
16/05/2017 - KELT-11b: un mondo di polistirolo - La survey KELT scova un pianeta la cui massa è un quinto di quella gioviana ma più grande del 40% rispetto a Giove. Un pianeta "gonfiato" che può dire...
22/05/2017 - Il globulare a due code - Nei dati della survey PanSTARRS, le prove di uno dei pochissimi ammassi globulari in possesso di una coda mareale. In questo caso sono due e hanno una...
22/05/2017 - La stella di Tabby alla prova del nove - La curva di luce della stella di Tabby sembra indicare l'inizio di un altro periodo di bassa luminosità. Tutti pronti alle osservazioni sperando di co...
25/05/2017 - L'analisi del gas nella galassia IC 432 - Osservazioni di SOFIA effettuate al centro della galassia IC 342 mostrano il tasso esistente tra il gas riscaldato dalle stelle già nate e il gas fred...
25/05/2017 - Metanolo in forma di gas nel disco di TW Hyd - Le antenne di ALMA scrutano a fondo il disco che circonda la giovane stella TW Hydrae scoprendo per la prima volta la presenza di metanolo in forma ga...

Prossima diretta

Il sistema di Epsilon Eri

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 05:39, T: 20:35
Distanza 1.0135 UA


Luna
S: 07:24, T: 22:23
Fase: 6% (Cresc.)

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1857) - l'astronomo Goldschmidt scopre l'asteroide (44) Nysa
Gallery utenti

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui